Secondo Jeff Bezos ai lavoratori non serve un sindacato, ma un algoritmo

Le lavoratrici e i lavoratori, sempre più “robotizzati” e gestiti da algoritmi, mentre si continua la distruzione del sindacato. Operai affaticati? Secondo il fondatore Amazon basta un computer che dica loro in ogni istante che muscoli usare, e quali invece far riposare. Sorgente: Secondo Jeff Bezos ai lavoratori non serve un sindacato, ma un algoritmo

Engels, inchiesta sociologica sullo sfruttamento | il manifesto

«Se non volete essere arrostiti nella mia padella, andate pure a passeggiare nel fuoco». Questo è il motto che i capitalisti inglesi nei decenni della rivoluzione industriale rivolgevano agli operai, «liberi» di non accettare i disumani contratti che essi imponevano a quell’umanità tormentata e umiliata che un giovane di ventiquattro anni, Friedrich Engels, descrive nelContinua a leggere “Engels, inchiesta sociologica sullo sfruttamento | il manifesto”

‘Trasportiamo Morti Dalla Mattina Alla Sera’ – The New York Times

Scusate

di Marco Cinque Scusate se siamo fuggiti dalle guerre che voi nutrite con le vostre stesse armi Scusate se ci siamo avvelenati con i rifiuti tossici sotterrati dalle vostre potenti industrie Scusate se avete dissanguato la nostra terra, deprivandoci di ogni possibile risorsa Scusate la nostra povertà figlia della vostra ricchezza dei vostri neo-colonialismi ScusateContinua a leggere “Scusate”

Come sono prodotti i nostri vestiti – Comune-info

Come sono prodotti i nostri vestiti Forse Naomy Klein la rivelerebbe come una dimostrazione evidente della Shock Economy, altri parlerebbero di una delle tante normali riconfigurazioni del capitalismo. Sono vere entrambe le cose ma fa sempre un maledetto effetto di repulsione sapere che, per pochi spiccioli, gli uomini e le donne siriani scampati all’inferno eContinua a leggere “Come sono prodotti i nostri vestiti – Comune-info”

Riforma costituzionale. La posta in gioco siamo noi —

Un Senato non-eletto, composto da una cricca di notabili delle regioni. Una Camera ai comandi dei governi, che si scelgono presidenti della repubblica e corti costituzionali. Accentramento di competenze ora regionali, come energia e ambiente. Via gli strumenti di democrazia diretta come i referendum abrogativi. “Governabilita’” insomma. Governo forte. Forte perche’? E con chi? […] viaContinua a leggere “Riforma costituzionale. La posta in gioco siamo noi —”

Ma che gran figli di …

Anna Lombroso per il Simplicissimus Ve lo ricordate Hoffman? certo eravamo giovani, eravamo arroganti, eravamo ridicoli, eravamo eccessivi, eravamo avventati, ma avevamo ragione? Pare che avessero invece ragione il cinismo ribaldo e il vetriolo fascistoide di Longanesi con il suo motto idealmente impresso sul tricolore: tengo famiglia. E siccome siamo moderni, teniamo famiglie allargate a […]Continua a leggere “Ma che gran figli di …”

Vivere in un altro modo

Strade, piazze, università, spazi sociali, culturali e di economia sociale: a Budapest la quinta Conferenza internazionale sulla decrescita ha mostrato non solo che quello della decrescita è un movimento sociale e accademico che non smette di crescere, ma che esistono già tanti modi diversi di vivere che rifiutano il dominio del profitto. Si è discusso di energia eContinua a leggere “Vivere in un altro modo”

Noi, i ragazzi dello zoo di Roma

Alla stazione Termini si aggirano pedofili a caccia di minorenni. Piccoli immigrati senza famiglia, costretti a vivere nei cunicoli sottoterra e a prostituirsi per mangiare. Reportage dalle viscere   Sorgente: Noi, i ragazzi dello zoo di Romaecine di immigrati minorenni vivono nel sottosuolo o accampati in aree attorno alla stazione Termini, nel cuore di Roma.Continua a leggere “Noi, i ragazzi dello zoo di Roma”