CLAUDIO LOLLI Ho visto anche degli zingari felici — oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

1. È vero che dalle finestre non riusciamo a vedere la luce perché la notte vince sempre sul giorno e la notte sangue non ne produce, è vero che la nostra aria diventa sempre più ragazzina e si fa correre dietro lungo le strade senza uscita, è vero che non riusciamo a parlare e cheContinua a leggere “CLAUDIO LOLLI Ho visto anche degli zingari felici — oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou”

FUNERAL BLUES  

 FUNERAL BLUES   W. H. Auden BLUES IN MEMORIAFermate tutti gli orologi, isolate il telefono,fate tacere il cane con un osso succulento,chiudete i pianoforte, e tra un rullio smorzatoportate fuori il feretro, si accostino i dolenti. Incrocino aeroplani lamentosi lassùe scrivano sul cielo il messaggio Lui È Morto,allacciate nastri di crespo al collo bianco dei piccioni,iContinua a leggere “FUNERAL BLUES  “

ORME sulla Sabbia (aut. anonimo Brasiliano)

Questa notte ho fatto un sogno, ho sognato che camminavo sulla sabbia accompagnato dal Signore, e sullo schermo della notte erano proiettati tutti i giorni della mia vita. Ho guardato indietro e ho visto che per ogni giorno della mia vita, apparivano orme sulla sabbia: una mia e una del Signore. Così sono andato avanti,Continua a leggere “ORME sulla Sabbia (aut. anonimo Brasiliano)”

FABRIZIO DE ANDRÈ Inverno — oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

Da Tutti morimmo a stento (1968) Sale la nebbia sui prati bianchicome un cipresso nei camposantiun campanile che non sembra verosegna il confine fra la terra e il cielo. Ma tu che vai, ma tu rimanivedrai la neve se ne andrà domanirifioriranno le gioie passatecol vento caldo di un’altra estate. Anche la luce sembra morirenell’ombra […]Continua a leggere “FABRIZIO DE ANDRÈ Inverno — oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou”