Villaggi per la guerra a Teulada e ammissione del rischio radioattivo riemergono dalla naftalina |

Villaggi per la guerra a Teulada e ammissione del rischio radioattivo riemergono dalla naftalina | Mediterranews.

THE PENTAGON’S MAP OF AFGHANISTAN: AN ELDORADO OF MINERAL WEALTH AND NATURAL RESOURCES

THE PENTAGON’S MAP OF AFGHANISTAN: AN ELDORADO OF MINERAL WEALTH AND NATURAL RESOURCES Curious information surfaced in the media last month – based on space reconnaissance, the US Department of Defense put together a map of Afghanistan showing in detail the country’s mineral riches which, as it transpired, may be quite impressive.

AFGHANISTAN. Strage di donne e bambini a un matrimonio, bombardato da tank inglesi

Un neonato, quattro bambini, una ragazza e quattro donne, una di loro incinta. Tutti colpiti dalle schegge dei razzi che sono caduti sulla loro casa, durante una festa di matrimonio, e ricoverate giovedì mattina nel Centro chirurgico di Emergency a Lashkargah.

PEACEREPORTER. La Nato e gli Stati Uniti stanno perdendo la guerra in Afghanistan.

il centro studi internazionale Senlis Council riconosce un’evidenza ormai innegabile: la Nato e gli Stati Uniti stanno perdendo la guerra in Afghanistan. E non potrebbe essere diversamente, visto che tutti i fattori in gioco sono in questo momento a vantaggio della guerriglia afgana

IL TERRORISMO NON RIVENDICATIVO DELLA NATO

Daniele Ganser, professore di storia contemporanea all’università di Basilea e presidente dell’ Aspo-Svizzera, ha pubblicato un libro “sugli eserciti segreti della NATO”. Secondo lui, gli Stati Uniti hanno organizzato in Europa dell’Ovest durante gli ultimi 50 anni attentati che sono stati attribuiti alla sinistra e alla sinistra estrema per screditarli agli occhi dei loro elettori

Portatori di libertà e democrazia

Afghanistan – Bombardamenti aerei a Herat: ”decine” di civili uccisi Leader tribali locali e fonti della polizia afgana hanno denunciato l’uccisione di “decine” di civili nei bombardamenti aerei che la Nato ha condotto questa notte nella provincia di Herat sotto comando italiano. I raid, condotti su richiesta di truppe Nato che erano state attaccate daiContinua a leggere “Portatori di libertà e democrazia”