Death and Migration: New article in International Migration Review — Postcards from …

In this article, newly published in International Migration Review, Simon McMahon and I unpack the relationship between migrant deaths and migration governance in the context of the so-called EU’s ‘migration crisis’. We argue that migrant deaths at sea have played a central role in shaping policy and public responses to Europe’s “crisis.” Yet relatively little […]Death … Continua a leggere Death and Migration: New article in International Migration Review — Postcards from …

Molto rumore per nulla — BAOBAB EXPERIENCE

Maggioranza di governo spaccata, opposizioni in preda a deliri rabbiosi, estenuanti giornate di trattativa e negoziazione, le lacrime della Ministra Bellanova: “Da oggi gli invisibili saranno meno invisibili. Da oggi vince lo Stato perché è più forte della criminalità e del caporalato”. Difficile e alquanto ipocrita parlare di “invisibili” quando le condizioni di semi-schiavitù e […]Molto … Continua a leggere Molto rumore per nulla — BAOBAB EXPERIENCE

‘Trasportiamo Morti Dalla Mattina Alla Sera’ – The New York Times

Aquarius. MSF risponde alle accuse

Gentile Vincenzo,ti scrivo per un commento sulla notizia di ieri del sequestro della nave Aquarius per presunte irregolarità nella gestione dei rifiuti di bordo. Il sequestro è stato richiesto dalla Procura di Catania. Il provvedimento di sequestro deriva da un’indagine sullo smaltimento dei rifiuti di bordo, con particolare riferimento ai vestiti dei migranti soccorsi, agli … Continua a leggere Aquarius. MSF risponde alle accuse

Naufraghi

  di Fulvio Vassallo Paleologo* Alla fine, dopo una settimana di attesa in mare, ostaggio delle politiche europee di appoggio alla Guardia costiera libica, Malta ha accettato di trasbordare su un mezzo della sua marina militare i cinquantotto naufraghi soccorsi una settimana fa dalla nave Aquarius di SOS Mediterraneè a nord delle coste libiche e … Continua a leggere Naufraghi

«Aiutiamoci a casa loro», il caso Etiopia

[di Giulia Franchi] pubblicato su Il Manifesto del 9 settembre 2017 In Etiopia da due anni è in atto una tremenda stretta repressiva. Lo ha confermato lo scorso aprile, durante un’audizione parlamentare, la stessa Commissione Etiopica per i Diritti Umani, che ha indicato in ben 699 le persone uccise dalle forze di sicurezza nel corso … Continua a leggere «Aiutiamoci a casa loro», il caso Etiopia

Amnesia generale

Fulvio Vassallo Paleologo In Italia i media scoprono soltanto adesso tutto l’orrore dei centri di detenzione in Libia e le violenze della sedicente Guarda costiera libica, argomenti tenuti nascosti durante la campagna di aggressione contro le Ong che operavano con azioni di salvataggio nel Mediterraneo. Intanto si ripropone uno scambio tra ius soli e accordi … Continua a leggere Amnesia generale

Scusate

di Marco Cinque Scusate se siamo fuggiti dalle guerre che voi nutrite con le vostre stesse armi Scusate se ci siamo avvelenati con i rifiuti tossici sotterrati dalle vostre potenti industrie Scusate se avete dissanguato la nostra terra, deprivandoci di ogni possibile risorsa Scusate la nostra povertà figlia della vostra ricchezza dei vostri neo-colonialismi Scusate … Continua a leggere Scusate

Rompiamo il silenzio sull’Africa

Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo. Alex Zanotelli scrive ai giornalisti perché abbiano il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa. È inaccettabile il silenzio sulla vendita … Continua a leggere Rompiamo il silenzio sull’Africa

From radar systems to rickety boats: Borderline ethnography in Europe’s ‘illegality industry’

Abstract: This paper is concerned with the problems and possibilities that mobility poses for social scientific research, as seen through the lens of my own work on irregular migration from West Africa towards southern Spain. I begin with two contrasting vignettes from Europe’s borders that illustrate the paradoxical role of mobility in the continent’s escalating … Continua a leggere From radar systems to rickety boats: Borderline ethnography in Europe’s ‘illegality industry’

Wallah – Je te jure. movie with French sub

https://youtu.be/yYEGcuYVAJc "Wallah - Je te jure" raconte les histoires d'hommes et des femmes voyagent sur les routes de migration ouest-africaines vers l'Italie. Les villages ruraux du Sénégal, les gares routières du Niger et les ghettos pleins de trafiquants, de places et de maisons italiennes sont le fond de ces voyages courageux qui finissent souvent par … Continua a leggere Wallah – Je te jure. movie with French sub

Il prete-boss, i volontari e i mafiosi nel paese che sfrutta l’accoglienza

Pubblicato il 16/05/2017 francesco grignetti inviato a isola capo rizzuto Il primo impatto è da urlo: lungo il corso, tre ragazzotti su un motorino scalcagnato, rigorosamente senza targa, e senza casco, fanno lo slalom tra le auto. E poi i soliti vecchietti, seduti sulle panchine in ombra. Infine, e questa è la nota nuova, a … Continua a leggere Il prete-boss, i volontari e i mafiosi nel paese che sfrutta l’accoglienza

Perché danno fastidio le Ong che salvano i migranti in mare?

Questa è la ricostruzione fedele di quanto sta avvenendo nel Mediterraneo Centrale dove l’Agenzia Frontex insieme ad organizzazioni e media di destra, in Italia e in Europa, criminalizzano le Ong che tentano operazioni di salvataggio in mare. Una vera e propria operazione di screditamento attraverso cui si tenta di intimidire non solo le organizzazioni umanitarie … Continua a leggere Perché danno fastidio le Ong che salvano i migranti in mare?

Mancato soccorso in mare 260 morti di cui 60 bambini

Molti pseudo marinai sono convinti che la Guardia Costiera sia obbligata ad intervenire per ogni richiesta di soccorso, anche quando non è in gioco l’incolumità della vita delle persone. Non è assolutamente vero! Il suo obbligo istituzionale è rivolto SOLO al SOCCORSO DELLE VITE UMANE IN MARE. Ciò significa che se una barca rimane in … Continua a leggere Mancato soccorso in mare 260 morti di cui 60 bambini

Bauman: “Muri contro i migranti, una vittoria del terrorismo”

Zygmunt Bauman Zygmunt Bauman, nato in Polonia nel 1925, è uno dei più importanti sociologi contemporanei. Bauman: “Muri contro i migranti, una vittoria del terrorismo” 27 dicembre 2015 - Zygmunt Bauman Meno democrazia, xenofobia, risentimento: tempi bui per i rifugiati in Europa. OM intervista il grande sociologo polacco «Per vincere, i terroristi fondamentalisti possono tranquillamente … Continua a leggere Bauman: “Muri contro i migranti, una vittoria del terrorismo”

Blogger ultra-euro all’origine della fake news sulle ong

Anatomia di un meme tossico. Da dove viene e come destrutturare una narrazione infamante senza prove sui soccorsi in mare Nessuna prova, ma la narrazione tossica delle organizzazioni umanitarie trasformate in «taxi» dai trafficanti di esseri umani continua a farsi largo. Il bostoniano Dan Dennett, uno dei più importanti filosofi cognitivi viventi, che molto ha … Continua a leggere Blogger ultra-euro all’origine della fake news sulle ong

We are the refugees.

https://youtu.be/SpVd9cYwyks We are the refugees. All of us. No one is excluded. We are the refugees every time we go on Facebook. Yes, really. We do when we feel the heat with 'likes' and 'shares', when we welcome a smiling or winking face, and we feel loved by the number of followers and friends. Sure, … Continua a leggere We are the refugees.

B and S. Karakayali (2017) The volatility of the discourse on refugees in Germany, Journal of Immigrant & Refugee Studies

Authors Bastian Vollmer Abstract: The anti-immigration continuum of public attitude-mediapolitics has undergone changes in the course of the “refugee crisis” in Germany. By examining migrant representations and discursive events taking place in 2015 and early 2016, we will show the volatility of the recent discourse on refugees. A historical/critical discourse analysis will show how new … Continua a leggere B and S. Karakayali (2017) The volatility of the discourse on refugees in Germany, Journal of Immigrant & Refugee Studies

El coste humano de la hipocresía europea

  Hoy se cumple un año del vergonzoso acuerdo entre la Unión Europea y Turquía, que ha provocado el sufrimiento de miles de personas refugiadas. No es el único acuerdo por el que estas personas corren peligro El investigador de AI sobre migración, Matteo de Bellis, analiza las terribles consecuencias que la colaboración entre Italia … Continua a leggere El coste humano de la hipocresía europea