Donald Trump, il lavoro e i robot

La promessa di produrre in Usa servirà in gran parte all'automazione. Gli Stati Uniti oggi producono l’85 per cento di beni in più rispetto al 1987. Per farlo, impiegano solo due terzi dei lavoratori che c’erano allora. A differenza degli slogan urlati nella campagna elettorale di Trump, però, le statistiche ufficiali non indicano la delocalizzazione, … Continua a leggere Donald Trump, il lavoro e i robot

Crozza: «La scuola dovrebbe aprirti la mente, non la testa»

A "loro" fa comodo un polo di pecore ignoranti che non pensano, com e la "fattoria degli animali" ogni riferimento ai "porci" è voluto e calza alla perferzione   Crozza: «La scuola dovrebbe aprirti la mente, non la testa».

Ilva non pagherà per i morti di tumore I giudici: lo ha stabilito il decreto Renzi.

è stato messo là, tra le altre cose, appunto per ottenere risultati da chi lo guida

Triskel182

ilva-taranto-giorno

La società non dovrà pagare i 30 miliardi di euro richiesti dalle centinaia di parti civili ammesse nel processo. Bonelli: “È la morte del diritto e della democrazia. Negare i risarcimenti ai parenti delle vittime e tutte le altre parti civili significa condannarli ancora a morte”.

Il decreto Renzi salva l’Ilva anche dal pagamento dei risarcimento. È la notizia emersa nel corso dell’udienza preliminare dinanzi al giudice Vilma Gilli che accogliendo l’istanza dei legali dell’azienda ha escluso l’Ilva dai responsabili civili del processo nato dall’inchiesta denominata “Ambiente svenduto”. Alla base della decisione del gup, infatti, c’è la norma voluta dal Governo che ha traghettato lo stabilimento siderurgico di Taranto in amministrazione straordinaria, consentendo così ai legali dell’amministratore straordinario Pietro Gnudi di chiedere l’estromissione dell’Ilva dal processo. Stessa sorte anche per Riva Fire – cassaforte della famiglia lombarda – e per Riva Forni elettrici.

View original post 354 altre parole

E se fossero i migranti a dire: “noi la crisi non la paghiamo”?

Meltingpot intervista Sandro Mezzadra, docente presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, autore di innumerevoli saggi, tra i quali "Diritto di Fuga" e promotore della rete UniNomade Lo scenario di crisi globale che stiamo attraversando non manca e non mancherà in futuro di avere pesanti ripercussioni anche per quanto riguarda la vita dei … Continua a leggere E se fossero i migranti a dire: “noi la crisi non la paghiamo”?

5 provvedimenti che sconvolgono il lavoro

da maggio a ottobre 2008, tutto quello che si dovrebbe sapere sulle nuove leggi del ministro Sacconi Detassazione degli straordinari Legge 126/24 luglio 2008 Col decreto legge n. 93 del 27 maggio 2008 ( convertito in legge il 24 luglio successivo) il governo Berlusconi inaugura una nuovo regime di tassazione degli straordinari per i dipendenti … Continua a leggere 5 provvedimenti che sconvolgono il lavoro

Usare la testa si deve, evitare la croce si può

La campagna 2008 della Fondazione Pubblicità Progresso richiama tutti alla consapevolezza dei rischi sul lavoro. Diffondere una cultura della prevenzione che ci renda tutti consapevoli che la vita sul posto di lavoro non la si può giocare a testa o croce, e che molto può essere fatto perché non si debba morire di lavoro o rimanere invalidi, non è stato facile.

Storia. 1° MAGGIO "festa dei lavoratori" ricordando i martiri di ieri e di oggi

In evidenza

Il Primo maggio: storia e significato di una ricorrenza Origini del Primo maggio Tra Ottocento e Novecento Il Ventennio fascista Dal dopoguerra a oggi function PopIt(URLE,Altezza,Larghezza) { window.open(URLE,"",'height=400,width=260,scrollbars=yes,resizable="no"') } Origini del Primo maggio Il 1° maggio nasce il 20 luglio 1889, a Parigi. A lanciare l'idea è il congresso della Seconda Internazionale, riunito in quei … Continua a leggere Storia. 1° MAGGIO "festa dei lavoratori" ricordando i martiri di ieri e di oggi