Lo Stato a sei zampe 

La più grande multinazionale fossile italiana è per noi un caso iconico. Eni è per quasi un terzo partecipata dallo Stato, il suo peso sulla governance del Paese è immenso quanto a volte profondamente occulto, come dimostrato dal protocollo segreto tra l’azienda e il ministero degli Affari esteri. Sorgente: Lo Stato a sei zampe –Continua a leggere “Lo Stato a sei zampe “

Caso OPL 245, Eni e Shell rinviate a giudizio per la tangente del secolo

Shares Eni e Shell e 13 tra manager, politici e intermediari sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di corruzione internazionale per l’acquisizione del blocco petrolifero offshore nigeriano OPL 245, per cui le due società nel 2011 hanno pagato 1,1 miliardi di dollari. A salire sul banco degli imputati saranno, tra gli altri, l’attuale amministratoreContinua a leggere “Caso OPL 245, Eni e Shell rinviate a giudizio per la tangente del secolo”

“Eni e Italcementi responsabili dei cambiamenti climatici”: convocate da commissione diritti umani nelle Filippine

Eni e Italcementi dovranno rispondere alla Commissione nazionale per i diritti umani delle Filippine (CHR) per l’impatto che le loro attività economiche hanno sul clima globale, a causa dell’uso di combustibili fossili, e quindi sulle possibili violazioni dei diritti umani correlate ai mutamenti climatici. La notizia è stata resa nota in un comunicato stampa diffuso da Greenpeace. Insieme alle due aziendeContinua a leggere ““Eni e Italcementi responsabili dei cambiamenti climatici”: convocate da commissione diritti umani nelle Filippine”

Eni, documenti anonimi e dossier ai giornali: è scoppiata la guerra dei “corvi” 

“La vendita del giacimento Opl 245, Volpi, Falcioni e la Port Harcourt connection”. È l’intitolazione di un documento anonimo sull’Eni che ilfattoquotdiano.it ha ricevuto. Il riferimento è a Gabriele Volpi, imprenditore miliardario con forti interessi in Africa. E poi a Gianfranco Falcioni, petroliere e viceconsole onorario in Nigeria. E a Port Harcourt, città nigeriana diContinua a leggere “Eni, documenti anonimi e dossier ai giornali: è scoppiata la guerra dei “corvi” “

SI può fare, il 17 aprile — diario di Peppe Carpentieri

Il 17 aprile il popolo italiano sarà chiamato ad esprimere il proprio potere sovrano, direttamente, per abrogare una parte di una legge inserita nel famigerato sblocca Italia. L’azione referendaria è partita dai Consigli regionali che ci chiedono di dire SI per fermare l’estrazione di idrocarburi presso alcune piattaforme poste entro le 12 miglia marine delle […]Continua a leggere “SI può fare, il 17 aprile — diario di Peppe Carpentieri”

Per un pugno di taniche. Dossier Legambiente della corsa al petrolio nel mare italiano

http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/petrolio_dossier_2013_def_1.pdf.   Firma la petizione di Avaaz https://secure.avaaz.org/it/italy_no_offshore_h/?bMeyubb&v=27433 :