Doppio gioco: Il ritorno del caimano

E adesso, pover’uomo? Dalle parti di Walter Veltroni e del Partito democratico comincia a farsi largo il sospetto tremendo: e cioè di essere caduti come gonzi nella supertrappola di Silvio Berlusconi. Altro che lo ‘statista’, tutto sorrisi e nuova dignità istituzionale. Piuttosto l’autore di un trappolone pazzesco, una supercazzola storica, e un amo ingoiato dal Pd con tutta la lenza fino alla canna.