#Repressione – ALTRI ANTIFASCISTI LIBERTARI CONDANNATI IN RUSSIA – di Gianni Sartori — Centro Studi Dialogo

Magari funziona ancora. Intendo il metodo per cui “prima andarono a prendere…a scelta: gli anarchici, gli zingari, i valdesi, i sindacalisti, gli omosessuali, gli ebrei…” Con la nota conclusione per cui alla fine non era rimasto nessuno a protestare quando vennero a prendere, sfondando la porta, anche l’ipotetico autore. Più o meno, il concetto potrebbe […]Continua a leggere “#Repressione – ALTRI ANTIFASCISTI LIBERTARI CONDANNATI IN RUSSIA – di Gianni Sartori — Centro Studi Dialogo”

Un 25 aprile per una nuova società partigiana | il manifesto

Vi ricordate di quel 25 aprile del 1994, tutti ancora paralizzati dallo shock per la vittoria elettorale di Silvio Berlusconi e per primo a reagire fu proprio il manifesto lanciando il messaggio: tutti in piazza a Milano a celebrare la Resistenza e la Liberazione? A quell’appello rispose una quantità di gente, sotto una pioggia senzaContinua a leggere “Un 25 aprile per una nuova società partigiana | il manifesto”

Perché è importante parlare di antifascismo a scuola 

Insegno in un liceo a Roma, e alle volte, quando sono a scuola, nelle prime ore che magari passo in una classe nuova all’inizio dell’anno, svolgo una lezione come una specie di a parte: per presentarmi un minimo parlo del mio metodo d’insegnamento, e tra le altre cose banali che dico, ce n’è però unaContinua a leggere “Perché è importante parlare di antifascismo a scuola “

The Heart of Nazism Was National Self-Sufficiency

The essential point in the plans of the German National Socialist Workers’ party is the conquest of Lebensraum for the Germans, i.e., a territory so large and rich in natural resources that they could live in economic self-sufficiency at a standard not lower than that of any other nation. It is obvious that this program,Continua a leggere “The Heart of Nazism Was National Self-Sufficiency”

25 Aprile 2016 è una festa? — STORIE DIMENTICATE

71 anni sono passati dal 1945 una generazione che ha vissuto la guerra civile italiana sta lentamente scomparendo, la vita è inesorabile, mentre vorremmo che quei testimoni rimanessero in vita per continuare a raccontarci cosa fu la guerra di liberazione ora ci si deve affidare alle memorie scritte, ai video raccolti. via 25 Aprile 2016 èContinua a leggere “25 Aprile 2016 è una festa? — STORIE DIMENTICATE”