‘Trasportiamo Morti Dalla Mattina Alla Sera’ – The New York Times

Aquarius. MSF risponde alle accuse

Gentile Vincenzo,ti scrivo per un commento sulla notizia di ieri del sequestro della nave Aquarius per presunte irregolarità nella gestione dei rifiuti di bordo. Il sequestro è stato richiesto dalla Procura di Catania. Il provvedimento di sequestro deriva da un’indagine sullo smaltimento dei rifiuti di bordo, con particolare riferimento ai vestiti dei migranti soccorsi, agli … Continua a leggere Aquarius. MSF risponde alle accuse

Povertà, emergenza nazionale.

Povertà, emergenza nazionale Domenica 07 Maggio 2017 23:00 di Tania Careddu Un italiano su tredici non riesce a soddisfare i bisogni essenziali: un’alimentazione adeguata, la disponibilità di una casa, consona alle dimensioni del nucleo famigliare, riscaldata e dotata dei principali servizi, il minimo necessario per vestirsi, comunicare, informarsi, muoversi sul territorio, istruirsi e mantenersi in … Continua a leggere Povertà, emergenza nazionale.

Charity Is Not How We Solve Poverty

In a famous 1972 article, “Famine, Affluence, and Morality,” philosopher Peter Singer compared global poverty to a child drowning in a pond: [I]f it is in our power to prevent something very bad from happening, without thereby sacrificing anything morally significant, we ought, morally, to do it. An application of this principle would be as … Continua a leggere Charity Is Not How We Solve Poverty

Primo Maggio: commemorazione del lavoro

Da anniversario in ricordo di morti sul lavoro e nelle lotte per affrancarsi dalla schiavitù, al triste e ipocrita epilogo degli ultimi decenni. Con la storia che si ripete: crisi economica generata dal capitale e da chi lo detiene, scaricata sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici (anche di più) e dei poveri cristi che il lavoro non lo hanno oppure sono schiavizzati da un lavoro precario, dai raccoglitori di pomodori di Rosarno agli addetti ai call center siciliani, potrei andare avanti. Tutto questo generato da leggi emanate da governi illegittimi,come la Cassazione ha sentenziato.

E allora che cosa festeggiamo? La fine dei diritti dei lavoratori, lo schiavismo legalizzato, le guerre tra poveri per ottenere il necessario: lavoro,istruzione,cure sanitarie e assistenza sociale in particolare verso gli ultimi senza distinzione.Combattere le diseguaglianze e le mafie in modo definitivo quelle infiltrate nelle istituzioni a tutti i livelli questo il mio sogno e quantomeno il motivo per festeggiare.

Il simplicissimus

13062463_1201028376576698_1360454961414732872_nIl primo maggio in Italia ha una storia quanto mai tormentata. Dopo l’inaspettato successo delle manifestazioni internazionali indette nel 1890 in ricordo della strage di Chicago, ma soprattutto per appoggiare la richiesta della giornata lavorativa di 8 ore, la festa del lavoro nella penisola, nasce per davvero nel bagno di sangue di Bava Beccaris. Nel 1898 i lavoratori erano in subbuglio per le condizioni di vita divenute impossibili, basti pensare che un’ora di lavoro era retribuita 18 centesimi mentre un chilo di pane ne costava 40. Così il primo maggio di quell’anno grandi manifestazioni attraversano le città e anche i piccoli borghi tanto che si hanno 3 morti a Minervino, e altri 5 tra Firenze e Sesto fiorentino. A Milano la festa fa coagulare la rivolta che esplode il 6 e che viene repressa a colpi di cannone facendo oltre un centinaio di morti e forse anche 300 secondo alcune testimonianze. Di fatto…

View original post 577 altre parole

E’ INIZIATO IL RIMPATRIO FORZATO DEI MIGRANTI —

DI CLAUDIA BALDINI Nemmeno si ascolta l’ONU: Le Nazioni Unite mettono in guardia l’Unione Europa sull’applicazione dell’accordo preliminare con Ankara e avvertono che rispedire in massa i profughi in Turchia sarebbe contrario alla convenzione europea dei diritti dell’uomo. L’Alto Commissario dell’Onu per i rifugiati Filippo Grandi è intervenuto alla sessione plenaria del Parlamento Europeo a […] … Continua a leggere E’ INIZIATO IL RIMPATRIO FORZATO DEI MIGRANTI —

Income inequality in the developing world

Should income inequality be of concern in developing countries? New data reveal less income inequality in the developing world than 30 years ago. However, this is due to falling inequality between countries. Average inequality within developing countries has been slowly rising, though staying fairly flat since 2000. As a rule, higher rates of growth in … Continua a leggere Income inequality in the developing world