L’università della censura

il Simplicissimus

Il fattaccio è’ accaduto in una delle più antiche e prestigiose università d’America, la Johns Hopkins, peraltro uno degli atenei più convolti della “progettazione pandemica” tanto da essere stato assieme al World Economic Forum e la Fondazione Bill e Melinda Gates, sponsor di Event 201 una sorta di esercizio su una eventuale pandemia di coronavirus, come si può ancora  vedere qui . Il bollettino ufficiale dell’università, formalmente a cura degli studenti e che viene regolarmente pubblicato dal 1896 è stato costretto per la prima volta nella sua storia, a censurare l’articolo di una ricercatrice di statistica  Genevieve Briand, autrice di testi econometrici nonché vicedirettore del master in economia applicata, la quale in un seminario online da cui deriva il testo, si è permessa di prendere i dati  forniti dallo stesso Cdc, il centro Centro per il controllo delle malattie infettive, in pratica dominato da Fauci e compagni di vaccini e…

View original post 715 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...