#Nagorno-Karabakh #War – ARMENI E CURDI SEMPRE SOTTO TIRO – di Gianni Sartori

Centro Studi Dialogo

Non certo impropriamente era stato definito “un autentico genocidio politico” in Bakur (territori curdi sotto amministrazione-occupazione turca).

In riferimento alla destituzione –  dopo le elezioni del 2019 – dei legittimi rappresentanti politici eletti nelle liste di HDP e l’arresto di centinaia di militanti dell’opposizione ed esponenti di associazioni curde.

Ma oggi la faccenda si va caricando di ulteriori e peggiori implicazioni.

LA CITTA’ DI KARS (IN BAKUR) DESTINATA A DIVENTARE UN CENTRO DI SMISTAMENTO PER JIHADISTI E MERCENARI DI ANKARA?


Tutt’altro che casuale – per esempio – la repentina imposizione da parte del ministero dell’Interno del  governo AKP-MHP di Turker Oksuz come  fiduciario (governatore, prefetto, podestà…?) alla città curda di Kars. Dopo che i sindaci regolarmente eletti (Ayhan Bilgen e Sevin Alaca, esponenti di HDP) erano stati preventivamente arrestati insieme a una quindicina di altri esponenti politici nell’ambito delle “indagini di Kobane”, (ossia per le proteste del 2014). Cinque membri…

View original post 1.391 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...