ERA SOLTANTO UN CLOCHARD

Dedicato a tutte le persone con la coscienza sedata, se questa barbarie viene portata avanti ci sono esecutori e complici, cerchiamo di non appartenere a nessuna delle due categorie e RESTIAMO UMANI.

Italia-express

di Vincenzo Andraous
Chi ricorda più quel senza fissa dimora bruciato vivo qualche giorno addietro? Badate bene, non ho detto qualche anno fa. Ogni sera quell’uomo infagottato in cenci e stracci andava a prendere posizione sulla strada per lasciare a qualche ora di sonno di lenire la propria sofferenza e solitudine.
Quanto accaduto a quel clochard non è atroce soltanto perché una vita è stata annientata, lo è anche per l’atteggiamento nei confronti di una tragedia che non può lasciare indifferente alcuno, eppure nonostante il poco tempo trascorso, il pugno nello stomaco ricevuto a tradimento, permangono quegli spazi e attimi di coscienze annientate. Chi ricorda più quel “barbone”, la sua storia personale, il suo volto, quel morto ammazzato nel via vai di sconosciuti protesi a una sorta di fuga che non esorcizza un bel niente? Passato lo sgomento iniziale, l’indignazione del momento, si tratta solamente di un rinculo per lo…

View original post 358 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...