Fabo è libero, la politica ha perso. Quale risposta dare ai cittadini?

Il nuovo Welby era il simbolo dell’Associazione Luca Coscioni nella battaglia per una legge sul fine vita, ancora assente in Italia. È morto questa mattina in una clinica Svizzera, costretto all’esilio per liberarsi da una condizione di vita insopportabile. Tre i suoi appelli al Parlamento accolti con altrettanti silenzi e inspiegabili rinvii della discussione sul biotestamento … Continua a leggere Fabo è libero, la politica ha perso. Quale risposta dare ai cittadini?

Famine Response and Prevention in South Sudan, Somalia, Yemen and north-east Nigeria – We The Peoples 

What is happening? More than 20 million people in South Sudan, Somalia, Yemen, and north-east Nigeria are going hungry and facing devastating levels of food insecurity. 1.4 million children are at imminent risk of death from severe acute malnutrition. read: Famine Response and Prevention in South Sudan, Somalia, Yemen and north-east Nigeria – We The … Continua a leggere Famine Response and Prevention in South Sudan, Somalia, Yemen and north-east Nigeria – We The Peoples 

Today’s immigrants assimilate faster than the Europeans who came before them

And despite how it seems, we‘re actually more welcoming to them Unfortunately, Americans hold a warped collective memory of earlier immigration history. Many assume that the European immigrants of generations past assimilated quickly, unlike Latin American, Asian, or Muslim immigrants today. Not true. Lasting ethnic enclaves like Greektowns and Little Italys were typical. read: Today’s … Continua a leggere Today’s immigrants assimilate faster than the Europeans who came before them

The Autumn of Western Civilization

Dangerously jaded and cynical, the West is rudderless and adrift in existential crisis. "The West — and, for clarification, I mean the US, Canada and Western Europe — has become so obsessed with its historical misdeeds and flaws, and unappreciative of its unique virtues and accomplishments in the grand scheme of human history, that it is reluctant to assert … Continua a leggere The Autumn of Western Civilization

Climate Disobedience in the Time of Trump 

Unexpected things tend to happen when Ken Ward goes to trial. In 2014, he and fellow climate activist Jay O’Hara, having blockaded a coal tanker with a 32-foot lobster boat at Brayton Point in Massachusetts, saw their felony charges dropped and the district attorney join their side. Sorgente: Climate Disobedience in the Time of Trump … Continua a leggere Climate Disobedience in the Time of Trump 

L’obiezione di coscienza uccide i diritti delle donne

Non una di meno

C’è una grande solerzia nel difendere supposti diritti degli obiettori e non ce n’è alcuna nel difendere i diritti delle donne.
Questo è il dato che salta agli occhi in maniera eclatante nel penoso dibattito che sta infuocando queste due giornate (a seguito della decisione di San Camillo e Regione Lazio di mettere a concorso dei posti riservati a medici per l’espletamento del servizio di IVG. Decisione che ci sembra un tiepido e minimo segnale nel panorama generale e della quale certo non ci accontentiamo, ricordiamo infatti che è ancora in ballo proprio al San Camillo la nomina del Primario ed è concreto il rischio che il posto possa essere assegnato a un medico proveniente da un ospedale confessionale).
Rigettiamo con forza la narrazione paradossale che addirittura vuole dipingere i medici obiettori come vittime di discriminazione.
Dove sarebbe leso il diritto dei medici obiettori in un Paese in cui abbiamo…

View original post 507 altre parole

Con Don Buro in vacanza negli Usa

Il simplicissimus

 Anna Lombroso per il Simplicissimus

Mancava solo Christian De Sica nei panni di Don Buro, a completare l’ameno terzetto del cinepanettone “Vacanze in America” con le bisbocce goliardiche di Renzi e Carrai, convertiti in generazione Erasmus oltreoceano, a godersi il sacrosanto riposo malgrado la bocciatura, che si sa essere così la loro peggiocrazia.

Così abbiamo potuto compiacerci con i loro selfie, gli incontri e le prospettive nate dal loro viaggio di studio. Va a sapere in che veste l’ex premier ha voluto regalarselo: trombato, vacante, ex premier, ex segretario, ex Ad di un’azienda in crisi, o invece futuro affarista finalmente alla luce del sole, non a caso in compagnia di quella personalità poliedrica che gli è contigua da sempre, dalle boccette al patronato a esperto in spionaggio, da manager aeroportuale, a irrinunciabile alto consulente in materia di sicurezza, da contabile per le entrate dei parcheggi fiorentini a affittacamere per candidati rampanti…

View original post 568 altre parole

Ddl contro fake news, Ziccardi: “Testo liberticida, tra Orwell e Kafka. Punta a controllare dissenso e informazione” 

Un testo confuso, che punta ad attaccare il libero dissenso in rete e confonde fake news e pedopornografia. In più, Internet non è il far west, ma un luogo già “iper regolamentato” dove non deve essere un legislatore o un provider “sceriffo” a censurare le informazioni. Giovanni Ziccardi, professore di Informatica giuridica all’Università degli Studi di Milano, … Continua a leggere Ddl contro fake news, Ziccardi: “Testo liberticida, tra Orwell e Kafka. Punta a controllare dissenso e informazione” 

SPECIALE 2016, un anno di terremoti

INGVterremoti

Il 2016 ha avuto un numero molto importante di terremoti localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: poco più di 53.000 gli eventi. Rispetto agli anni precedenti il numero di terremoti localizzati è sensibilmente aumentato: più che raddoppiati rispetto al 2014 e più che triplicati rispetto al 2015.

Se la sismicità del 2014 e quella del 2015 sono state caratterizzate da numerose sequenze sismiche anche importanti come quella nel bacino di Gubbio, non è difficile capire la causa dell’elevato numero di terremoti del 2016, dovuto in grandissima parte alla sequenza sismica in Italia centrale iniziata il 24 agosto con un terremoto di magnitudo Mw 6.0 localizzato in provincia di Rieti e proseguita con altri eventi di magnitudo al di sopra di 5.0 e soprattutto con il terremoto di magnitudo Mw 6.5 del 30 ottobre, il più forte mai registrato dalla Rete Sismica Nazionale in funzione dai primi anni…

View original post 1.966 altre parole

La corporocrazia degli ipocriti

Il simplicissimus

multinazionaliL’idiozia contemporanea ancor più della coeva ipocrisia tenta di lavorare ai fianchi, di nascondere i problemi del fallimento europeo proponendo un’equazione nella quale sovranità e nazionalismo sono gemelli inseparabili e traendo da questa equazione sinistri moniti per chi non voglia arrendersi alla cessione di sovranità verso entità elette solo dal mercato e in poche parole dall’1% che comanda. Purtroppo questa associazione facile, ma spuria viene proposta anche da persone intelligenti e colte, ma troppo abituate alla topografia politica tradizionale per accorgersi della torsione del paesaggio dopo cinquant’anni di egemonia  culturale neoliberista con annesso crollo dell’Urss: i punti di riferimento ci sono ancora tutti, ma sono spostati in senso verticale e orizzontale come come dopo un terremoto per cui proseguire sulla vecchie direttrici non porta a maggiore democrazia e libertà, ma verso la sovranità assoluta del privato. E in questa confusione non si può che fare ricorso a un concetto altrettanto confuso…

View original post 519 altre parole

#1483

P e d r o L

Sem grande rigor terminológico, chamemos jornalismo editorial a um género de discurso e a uma forma de configuração do espaço público mediático que se caracterizam pelo triunfo de um modo de entretenimento, quase exclusivamente assegurado pela classe político-mediática dos intelectuais politólogos e dos políticos anfíbios. É uma classe que compreende tanto os politólogos que ocupam as cátedras instituídas pelos media, como alguns politólogos de vocação e ciência que, uma vez cooptados, já não se distinguem dos seus pares elevados às cátedras profanas por competência na escrita subalterna, no crochet televisivo, no chatting radiofónico, ou nos três ao mesmo tempo. […] São uma elite que encarna com entusiasmo aquilo a que alguns, equivocados, chamam ‘opinião pública’, e outros, com excesso de ambição e alguma ingenuidade, chamam ‘dinamismo da sociedade civil’. […] O jornalismo editorial, curto e conformista, é maioritariamente auto-referencial, o que significa que o seu eco-sistema é o espaço autónomo…

View original post 20 altre parole

I bambini perduti del Donbass (video)

Falcerossa - Comuniste e comunisti

a cura di Marx21.it

“Come abitante dell’Europa aggiungo la mia firma per associarmi alla denuncia delle violazioni dei diritti umani da parte dell’Ucraina nel Donbass”. Così si esprimono i cittadini dell’Unione Europea, autori di una petizione online, segnalata dai compagni del Partito Comunista di Ucraina, che è indirizzata al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite e che ha già raccolto migliaia di adesioni.

A supporto dell’iniziativa, è stato creato anche il progetto internet 101life.net, dove è contenuto l’elenco con i nomi e le fotografie degli oltre 100 bambini morti in conseguenza dell’aggressione nazista sostenuta da USA/UE/NATO, insieme al testo della petizione che condanna le azioni delle autorità ucraine e del presidente Petro Poroshenko.

Questi cittadini dell’UE chiedono alla comunità internazionale di premere sulle autorità ufficiali di Kiev, perché interrompano i combattimenti nell’est dell’Ucraina e risolvano il problema del conflitto interno al paese mediante la ricerca…

View original post 3 altre parole

Un taxi color nero

Il simplicissimus

 Anna Lombroso per il Simplicissimus

T’invidio turista che arrivi, recita “Arrivederci Roma”. I romani in verità invidiano il turista che parte, soprattutto se riesce a raggiungere Fiumicino o Termini, senza o con il taxi, senza bus o con mezzi in versione Cairo ma più rari, coi viaggiatori stipati fino all’inverosimile o appesi alle portiere, con gli abusivi oi diversamente abusivi che taglieggiano, con la metro che si ferma per ragioni imprevedibili, che anche a Mafia Capitale il problema della Capitale è il traffico. E non è colpa della Raggi, anche se ormai la sindaca si è rivelata una iattura per sé, per i 5stelle, per i romani, benefica solo per una stampa che non si è accorta dei traballamenti del vacillante regime e che lo appoggia con cieco furore iconoclasta: le piaghe di Roma sono purulente da sempre somiglianti a quelle della caduta dell’Impero, comprese le vertenze dei vetturini diventati…

View original post 630 altre parole

UNHCR – Yemen’s Brutal Conflict Pushing One Million Displaced to Return to Danger (Joint UNHCR-IOM Press Release)

Unabated conflict and rapidly deteriorating conditions across Yemen are pushing millions of displaced Yemenis further into danger and adversity, UNHCR, Sorgente: UNHCR - Yemen's Brutal Conflict Pushing One Million Displaced to Return to Danger (Joint UNHCR-IOM Press Release)