L’occasione persa del giovane fossile

transiberiani

segnalato da Barbara G.

I proclami del presidente del Consiglio sul rilancio delle energie pulite passati ai raggi X in questo contributo di Francesco Ferrante, ecologista e fondatore di Green Italia

di Francesco Ferrante – lastampa.it, 28/06/2016

Un’occasione persa. Sembra la sintesi più efficace per commentare la conferenza stampa con cui Renzi qualche giorno fa a Palazzo Chigi si è presentato per “rilanciare” le rinnovabili. Un’occasione persa sia per la riconquista del consenso all’indomani di un brutto risultato alle elezioni amministrative – che era uno dei motivi dichiarati dallo stesso premier nell’annuncio dell’”evento” – sia, per noi tutti cosa assai più rilevante, per tracciare un’idea, una linea di politica industriale, magari fondata su una strategia energetica, ad oggi del tutto assente.

In quella sede è stato detto che si stanziavano 9 miliardi in 20 anni per le rinnovabili e si sono presentati i…

View original post 1.146 altre parole

Joseph Stiglitz:“TPP e TTIP sono un tentativo da parte delle multinazionali di cambiare le regole del gioco contro il resto della società”

Sa Defenza

guardforangels 

          Joseph Stiglitz

Joseph Stiglitz (Indiana, 1943) non è radicale. Il suo carattere, rivestito di un cauto ottimismo, e il suo impressionante curriculum, fanno di lui tanto un uomo d’ordine, quanto un riformatore. Eppure, il premio Nobel, che fu capo economista della Banca Mondiale alla fine degli anni novanta, dopo aver presieduto il Consiglio dei Consulenti Economici di Bill Clinton, è diventato un forte critico dell’establishment. Per qualcuno del suo pedigree, prendere posizione in favore del “no” al referendum greco sul piano di salvataggio, o gridare contro gli accordi di libero scambio, lo sfruttamento dei lavoratori, l’estorsione dei fondi avvoltoio alle nazioni indebitate e ciò che egli chiama la “depravazione morale” del settore finanziario, suggerisce un rinnovato slancio progressista, o forse una rivelazione. Eppure le posizioni di Stiglitz non sono cambiate molto – è il mondo che le mantiene che è cambiato. La marcia verso…

View original post 3.333 altre parole

Brexit, Financial Times: “L’Italia sarà la prossima tessera del domino a cadere. Su riforme Renzi rischia come Cameron”

Triskel182

renzi-cameron

Il giornalista Wolfgang Münchau dipinge uno scenario in cui al referendum costituzionale vincerà il no, l’esecutivo cadrà e si apriranno le porte per un’uscita del nostro Paese dall’euro e il collasso dell’intera Eurozona, “il più violento choc economico della storia”.

“L’Italia potrebbe essere la prossima tessera del domino a cadere”. L’editorialista del Financial TimesWolfgang Münchau prevede che il voto sulla Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, sarà solo l’inizio della fine dell’Eurozona, che sarà “distrutta”, “devastata” dal divorzio tra Londra e Bruxelles. E la prossima vittima sarà proprio Roma, o meglio il governo Renzi, che sul referendum costituzionale di ottobre si sta “prendendo una scommessa non meno rischiosa di quella di David Cameron“. Non a caso, gli ultimi sondaggi dopo la Brexit danno in vantaggio i no al 54%. Il giornalista dipinge uno scenario in cui alla consultazione vinceranno i contrari alle riforme, l’esecutivo…

View original post 278 altre parole

How the CIA Founded Google

TABU; Towards A Better Understanding

google-cia-nsa

How the CIA Founded Google

INSURGE INTELLIGENCE, a new crowd-funded investigative journalism project, breaks the exclusive story of how the United States intelligence community funded, nurtured and incubated Google as part of a drive to dominate the world through control of information. Seed-funded by the NSA and CIA, Google was merely the first among a plethora of private sector start-ups co-opted by US intelligence to retain ‘information superiority.’

The origins of this ingenious strategy trace back to a secret Pentagon-sponsored group, that for the last two decades has functioned as a bridge between the US government and elites across the business, industry, finance, corporate, and media sectors. The group has allowed some of the most powerful special interests in corporate America to systematically circumvent democratic accountability and the rule of law to influence government policies, as well as public opinion in the US and around the world. The results…

View original post 42 altre parole

The Allies of Brexit ‘Left’: Bleak Racist ‘Lamberistists.’

Tendance Coatesy

Anti-Eu Scabs Toast Victory.

The Scab left has not been slow to react to the Referendum result.

“The referendum result may well go down in history as the pitchfork moment“, declared the Financial Times (FT), wailing the anger and despair of Britain’s elite at the decision by the majority of voters in Britain to leave the European Union.

In fact, the revolt took place despite the complete failure of the majority of leaders of the trade union movement and, unfortunately, also Jeremy Corbyn to put an independent working class position in the referendum by leading a socialist, internationalist campaign for exit completely independent from and in opposition to the ‘Little Englanders’ of UKIP and Co.

But while the capitalist class are in chaos, it is urgent that the working class finds its own political voice. The referendum result shows the enormous potential for a mass fight back against…

View original post 272 altre parole

Brexit, gli allucinogeni del potere

Il simplicissimus

David-Cameron-480x360Faceva un caldo dannato ieri ed è forse per questo che ho avuto tra le normali attività quotidiane e la Tv una sorta di miraggio acustico favorito, anzi creato dai sussurri e dalle grida sul brexit. In uno studio medico uno specialista si domandava cosa succederà adesso, ma ho scoperto che ignorava il fatto che la Gran Bretagna non usa l’euro, ma la sterlina. Poi ho dovuto subire via etere i colpi di coda demenziali degli euristi informativi che si limitano a ripetere stancamente il mantra del disastro, senza tuttavia avere la minima idea di ciò di cui parlano lasciando il dubbio che il loro più proficuo luogo di formazione sia il coiffeur. Che insomma siano degli utili maneggioni di cose che non sanno e nemmeno vogliono sapere paghi della loro presenza in video o che se per caso si sono accorti che esistono più cose in terra e in cielo che nei master di…

View original post 783 altre parole

Socialist Statements on Cameron Resignation and EU Referendum Results.

Tendance Coatesy

After Cameron Us, Say pro-Brexit ‘left’. 

I am a European democratic socialist, an internationalist, a Labour Party member, a trade union activist.

The Tendance has nothing but love and solidarity with our European comrades and their – our – fight for a better EU and a socialist Europe.

David Cameron’s resignation (Prime Minister David Cameron is to step down by October after the UK voted to leave the European Union.) will only bring more reaction in its wake.

It will do nothing to help our battle for a better world and advance the interests of the workers and the oppressed.

Those who backed the Brexit campaign are the least able to offer an alternative.

Like many on the left the result of the referendum does not means abandoning our democratic Marxism for populist talk of a rejection of  “metropolitan elites” and poisonous anti-migrant language.

To underline this point…

View original post 924 altre parole

Ricolfi, la parte degli esclusi

Palomar

Luca Ricolfi, Le due parti in commedia del governo Renzi e il partito che non c’è, Il Sole 24ore, 2 gennaio 2015

… La società italiana è sempre meno una società divisa in due, con una metà che guarda a sinistra e l’altra metà che guarda a destra. Questa semplificazione poteva reggere, forse, quindici o venti anni fa, nel cuore degli anni ’90 del secolo scorso. Allora a fronteggiarsi, anche politicamente, c’erano effettivamente due società. Da una parte la prima società, ovvero il mondo dei garantiti, fatto di dipendenti pubblici e occupati a tempo indeterminato delle imprese maggiori, protetti dall’articolo 18 ma anche dalle dimensioni aziendali (secondo il principio “too big to fail”). Dall’altra la seconda società, ovvero il mondo del rischio, fatto di piccole imprese, lavoratori autonomi, operai e impiegati, tutti esposti alle turbolenze del mercato e sostanzialmente privi di reti di protezione.
Gli uni, i garantiti…

View original post 634 altre parole

Salute liberista: il dramma della sanità in Grecia

Il simplicissimus

092745267-727721e5-9793-44e6-aae1-b335eedc5889Due mesi fa è uscito Le confessioni, un buon film di Roberto Andò con Toni Servillo e Daniel Auteil che narra la storia di un frate invitato per vie a traverse a una riunione del G8 in Germania e che riesce a sventare un piano dei potenti per affossare i Paesi deboli nella convinzione che l’economia capitalistica abbia bisogno della distruzione per reggersi. Non so se il botteghino abbia sprriso, ma ne dubito non essendo inzeppato da supereroi, agenti della Cia che salvano il mondo, baldi soldati che, attualizzando ciò che disse uno spartano a un ateniese, esistono solo nei film, effetti speciali per gli specialissimi cretini contemporanei. Però quel film, per quanto angoscioso anche se  un po’ corrivo nell’affidare la chiave di volta della storia a un prete, è arrivato tardi, è già stato superato dalla realtà: il piano che ipotizza  sta già avendo attuazione. Nulla è stato sventato.

Un report della banca di Grecia  su Riforme…

View original post 665 altre parole

Travolgente flop dell’americano a Roma

Il simplicissimus

Un_americano_a_r_4c0ccc48dadc1.jpgNon credo ci sia molto altro da dire sulle amministrative, i numeri parlano chiaro e i giochi delle tre carte di Renzi hanno un che di patetico, assieme alle giravolte di una minoranza Pd irresoluta a tutto e che non sa altro che sussurrare il leit motiv della sinistra di governo nella speranza che qualcuno non abbia ancora capito che essa consiste nell’acchiappare citrulli con la carota della sinistra e bastonarli con la destra di governo. Ma c’è anche un fatto curioso nel disastro piddino, qualcosa di  apparentemente secondario, ma che denuncia benissimo il contesto servile  e l’immaginario miserabile del renzismo: il Pd ha pagato profumatamente un guru americano delle elezioni Jim Messina per studiare la campagna referendaria  e che ha messo mano anche alle comunali , visto che c’era.

Messina è quello che ha fatto vincere Obama e il proprio conto in banca inventandosi cose mai viste prima come la raccolta – analisi dei dati…

View original post 438 altre parole

Sfascia i fasci

La “solita” puntuale analisi senza giri di parole, che sottoscrivo completamente, anche rispetto alla speranza, che è sempre l’ultima a morire, la così detta “utopia” di aspirare a un mondo migliore senza sfruttatori in tutti i sensi e sempre dalla parte delle persone offese nella loro dignità di esseri umani, gli ultimi:migranti, poveri, bambini e in ultimo tanti “vecchi”.

Il simplicissimus

 I rottamatoriAnna Lombroso per il Simplicissimus

Mica solo voi vorreste scegliere e votare il candidato perfetto, a tutti piacerebbe veder campeggiare per le strade di Roma, Milano, Torino la faccia di uno che riassumesse la potenza di pensiero di Morin, capace di governare le complessità del nostro tempo, la lungimiranza affettuosa di Cederna, amico e solidale di strade, monumenti e cittadinanza, la fattuale creatività dei grandi del Rinascimento, la capacità di misurarsi con la realtà dei veri visionari che non hanno paura dell’utopia, anzi, l’innocenza di un bambino appena nato e la saggezza del vecchio sapiente che guarda il mondo con indulgenza, capace di piantare un ulivo a ottant’anni  non per godere dei suoi frutti, nemmeno perché ne godano i nipoti, ma come atto di amore per la vita, come patto fiducioso con la speranza e la felicità.

Beh, mi spiace ma non c’è questo mostro benigno, il nostro candidato ideale…

View original post 727 altre parole

UOMINI E GESTA DELLA BANDA CORBARI-CASADEI

STORIE DIMENTICATE

Un giorno sarà scritta la storia dei partigiani di Romagna. Dall’Appenino al mare, nelle gole dei monti e nella scoperta pianura, nelle città devastate e nei borghi raccolti intorno agli antichi castelli, la nostra gente ha dimostrato di saper lottare e soffrire per il riscatto della Patria italiana. Da questa lotta aspra, ingrata, senza quartiere, condotta da fuori legge che la legalità fascista perseguitava e puniva come delinquenti comuni, sono balzati nella luce della gloria uomini ed episodi che corrono già sulle labbra del popolo coi primi accenti della leggenda che nasce.
Queste pagine narrano le gesta di alcuni di quegli uomini e la morte dei migliori fra loro.

18 agosto 1944, a Forlì. Un uomo, un padre che ha il figlio partigiano sui monti, percorre una via del centro. Il suo pensiero è col figlio; l’ha rivisto alcune volte negli ultimi tempi; ricorda il suo aspetto fiducioso, le sue…

View original post 8.504 altre parole

Antiphanes: War and personal destiny

Antiwar literary and philosophical selections

====

Anti-war essays, poems, short stories and literary excerpts

Greek and Roman writers on war and peace

====

Antiphanes
From The Soldier
Translated by Charles Burton Gulick

“Any mortal man who counts on having anything he owns secure for life is very much mistaken. For either a war-tax snatches away all he has saved, or he becomes involved in a lawsuit and loses all, or he is fined after serving in the War Office…or called to serve as trierarch, he hangs himself, or sailing in his ship he is captured somewhere…”

View original post

Moving In The Wrong Direction With Budget Priorities

Rcooley123's Blog

In recent years GOP political domination of legislative bodies – at both Congress and State government levels – has led to budget crunches and crises at institutions of great import to our society as a whole. Cutting tax rates for the wealthiest among us, as well as for large corporations has resulted in both revenue shortfalls and massive spending cuts in efforts to balance budgets to offset those revenue shortfalls. The effects on one vital social institution – public education – is threatening to destroy that institution entirely and increase both economic inequality and inequality of opportunity on a massive scale. The move to cut spending on public education cannot be allowed to progress to the point where K-12 education becomes as tied to family finances as Higher Education has become.

Education has long been touted in this country as a means of achieving upward economic and social mobility. Providing…

View original post 1.458 altre parole

LA MANIFESTAZIONE NOGRANDINAVI DEL 12 GIUGNO 2016

SALVIAMO VENEZIA

12giugno16B

Comunicato NOGrandiNavi  e Associazione AmbienteVenezia

CI RISIAMO !!!

SONO QUATTRO ANNI CHE DOPO TUTTE LE MOBILITAZIONI E MANIFESTAZIONI DEL COMITATO NOGRANDINAVI SI MINACCIANO DENUNCE, MULTE, RINVII A GIUDIZIO.

I responsabili delle forze dell’ordine forse erano distratti e si son persi la sentenza del 10 giugno 2016 del Tribunale di Venezia  che ha assolto 47 attivisti del Comitato NOGrandiNavi per un’analoga manifestazione del settembre 2012 dove eravamo accusati  anche di non aver rispettato le prescrizioni del Questore;

alla fine di questo assurdo processo il Giudice ha assolto tutti con la formula “Il fatto non sussiste!  il Fatto non costituisce reato!”. 

I nostri avvocati nelle arringhe hanno ribadito che:

-esiste il Diritto di Resistenza in molte Costituzioni, anche nella nostra; Resistenza contro atti percepiti come ingiusti e per ribadire il diritto di manifestare pacificamente in difesa della nostra citta’, in difesa dell’ambiente, per ribadire il diritto di vivere in un ambiente salubre e…

View original post 1.531 altre parole