New Year Resolution

juxtaposed

As another year
Of choreographed fear,
Institutional rust
And mutual mistrust
Comes to its close
But, yet, projects, without repose,
The TINA thrust,
May we resolve, as seems, we must
To let our righteous cosmic dust
Get right on up the noses
Of all wicked, crony power-lust
In doses Just and just enough,
That greedy gasbags self-combust.

View original post

I rottamati che votano il loro rottamatore (Andrea Scanzi)

puntuale e preciso. le amebe imbottite di televisione e quant’altro condannano figli e nipoti alla sudditanza e pensano ancora di essere di sinistra. stolti.

Triskel182

Leggo che, in Emilia, il Pd sta vendendo tutte le sedi di partito: non c’è più nessuno e costano troppo. La crisi della militanza in tutta Italia sta costringendo il Pd a dismettere i locali più grandi, anzitutto in quella regione che un tempo fu il fulcro della base Pci. Nelle città emiliane, in due anni, si sono perse 4mila tessere e delle decine di sezioni degli anni ’70 ne sono rimaste solo otto. I dirigenti si affrettano a dire: “Non è solo colpa di Renzi”. Può essere, ma di sicuro Renzi sta aiutando come nessuno a demolire quel che resta dell’appartenenza a “sinistra” (sinistra???). Il paradosso ulteriore è che Renzi ha – e avrà – la maggioranza degli elettori (non degli italiani) proprio grazie a questi nostalgici del Pci che votano Pd convinti che Renzi sia il nipote un po’ tonto, ma comunque legittimo, del grande Enrico. Un…

View original post 106 altre parole

La slide che non c’era

Triskel182

slide

Perfino La Stampa, non sospettabile di antirenzismo, oggi scrive che «un errore il premier l’ha commesso», nella fluviale conferenza stampa di ieri, anzi addirittura ha detto «una piccola bugia».

Si riferisce, il quotidiano di Torino, a quella frase di Renzi sull’Italia “che batte il populismo 4-0”: e «purtroppo le cose stanno in un altro modo», dato che «demagogie e populismi non sono sconfitti, tutt’altro, e una loro ulteriore crescita rischia di diventare l’insidia numero uno per il 2016 di Matteo Renzi», tanto che «il Paese rischia di vedere la propria capitale governata da un Movimento dichiaratamente antisistema».

View original post 839 altre parole

Banche, Pil, lavoro, scuola: tutto il Renzi bugia per bugia (MARCO PALOMBI)

Triskel182

renzi-pinocchio

Con la realtà a fronte La favola raccontata ieri contrapposta a numeri e fatti: due mondi con pochissimi punti di contatto.

Come forse i lettori più avvertiti sanno, colui che sorride nelle difficoltà ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa. Matteo Renzi, uomo di multiformi sorrisi, non fa eccezione: il suo dito indica la Germania o l’Unione europea, non a torto considerate bestie assai contigue.Ieri,nella sua conferenza stampa di fine anno, ha citato Ue o Berlino – come ostacolo–praticamente di continuo. Il resto è la solita vie en rose dell’Italia col “segno più” condita con una serie di imprecisioni, alcune delle quali sarebbero forse meglio rubricate nella categoria fandonie. Un breve riassunto – con la realtà a fronte – a partire dal tema “banche”.  

View original post 726 altre parole

Erode regna in Europa

Il simplicissimus

Anna Lombroso per il Simplicissimus

Lo scenario della nuova strage degli innocenti è davanti alle coste greche e turche, dove 6  bambini sono morti nel naufragio di  un barcone nel tratto di  mare  tra la città costiera di Cesme e l’isola  di Chios.  E dove non si guarda tanto per il sottile nei “respingimenti”, se dovessero essere confermate le denunce di organizzazioni umanitarie internazionali, nelle quali si  parla  di motoscafi veloci con a bordo uomini vestiti di nero e armati che si accaniscono sulle imbarcazioni di rifugiati e migranti che cercano di raggiungere le isole greche dell’Egeo, speronandole e mandandole a picco, mentre Frontex starebbe a guardare senza intervenire.  Se fosse vero, e pare sia così, potremmo sospettare della destinazione dei fondi erogati dall’Ue alla Turchia per fronteggiare l’emergenza “immigrazione” irregolare, ma soprattutto per riconfermare non solo simbolicamente che si è riavviato il processo di adesione – anche morale –…

View original post 645 altre parole

I nostri arabi preferiti

Domina

Attivisti per i diritti umani simulazione di una decapitazione in Arabia Saudita Attivisti per i diritti umani simulazione di una decapitazione in Arabia Saudita

Le donne votano in Arabia Saudita. Ma in realtà a Riad le elezioni non esistono. E la monarchia continua a uccidere chi le pare

Una rivoluzione, una pietra miliare, un salto in avanti. Delle elezioni municipali in Arabia Saudita si è parlato solo per festeggiare l’entrata in campo delle donne, finalmente ammesse a partecipare a un’occasione consultiva nel Paese della segregazione sessuale. Ma come si può parlare di rivoluzione se su circa 800 candidature femminili probabilmente solo una o due si tradurranno in vittorie? Per non parlare del fatto che in Arabia Saudita, in realtà, non si vota. Queste elezioni sono limitate ai consigli municipali, che hanno competenze nella difesa dell’ambiente e nei servizi locali, ma non possono dire una sola parola sulla famiglia reale o sul ruolo del clero. Giusto per aggiungere un dato: su 20 milioni di cittadini…

View original post 462 altre parole

Progetto per i neonati di Gaza

News of the World

Cari amici, molti dei quali nel passato avevano già sostenuto il lavoro dell’Appello per i bambini di Gaza, torniamo a scrivervi per chiedere il vostro sostegno.

Quello che ci serve adesso è raccogliere almeno 8.500 euro (ad oggi già raccolti 3000) ) per coprire le spese di viaggio e permanenza di un giovane nefrologo e di un infermiere che lavorano in team presso gli Ospedali pediatrici Nasser e Rantissi nel dipartimento di dialisi infantile.
Hanno la possibilità di recarsi presso il dottor Pecoraro dell’Ospedale Santobono di Napoli per tre mesi di esperienza di lavoro, ad imparare tecniche e procedure che non hanno a Gaza e che favorirebbero assai l’assistenza dei bambini. La loro sede ospedaliera ha già accordato loro il permesso di fare questo periodo di specializzazione all’estero e conserverà il loro posto in modo che al rientro possano mettere in opera quanto appreso.

La storia: il dr Momen M.S…

View original post 570 altre parole

Salva banche, Bruxelles scarica Renzi, Bankitalia e Consob: “Venduti prodotti inadatti ai clienti”

Triskel182

Il commissario Ue ai servizi finanziari offre un inaspettato assist ai risparmiatori che da settimane lamentano di aver subito una truffa e accusa il governo: “Questo apre una questione più ampia di tutela dei consumatori. La responsabilità del salvataggio è dell’esecutivo italiano”.

Le quattro banche salvate dall’Italia, CariChieti, CariFerrara, Cassa Marche e Banca Etruria, “vendevano alla gente prodotti inadatti ai clienti che probabilmente non sapevano cosa stessero comprando” e questo ha avuto “conseguenze personali per alcune persone in Italia”. Il commissario Ue ai servizi finanziariJonathan Hill ha così messo la parola fine al gioco delle parti che si sta consumando da 20 giorni sull’ultimo episodio di risparmio tradito e avallato per decreto.  “Questo – ha aggiunto – apre una questione più ampia di tutela dei consumatori“.

View original post 419 altre parole

Podcast: France canceled climate protest—but not weapons expo—after Paris attacks

Dispatches from the Underclass

In the aftermath of the attacks in Paris, numerous American Muslims or U.S. citizens, who have brown skin, live in fear of what might happen if they go out in public. There have been several reported hate crimes. One mosque was vandalized by a ripped up Quran covered in feces. Right-wing protesters armed with shotguns and rifles stalked a mosque in Irving, Texas, on November 21.

Passengers are informing gate agents, who work for airlines like Spirit or Southwest, that they are afraid to fly with brown people. Airlines and airport security are enabling this racist hysteria by removing them from flights. In one case, even though the individuals were completely harmless to other passengers, they were booked on another flight. The Islamohpobia of passengers won out.

Journalist Todd Miller is this week’s guest on the “Unauthorized Disclosure” podcast. He recently returned from France, where he attended a major weapons expo…

View original post 1.835 altre parole

Amministrative? Lo scontro è politico e si chiama Costituzione

…avviare finalmente la rottamazione del pupo rottamatore.

Il Blog Di Giuseppe Aragno

imagesA Roma il governo ha “fatto fuori” Marino, bombardando la Costituzione ben prima che Holland bombardasse i civili siriani per ritorsione; a Milano si decidono candidati sulla pelle degli elettori e a Napoli si candidano incandidabili, mentre si tagliano sistematicamente i fondi a De Magistris, che governa legittimamente. E’ una violenza istituzionale inaudita, ma in primavera a tenere banco non saranno i diritti massacrati dal governo. Le prossime elezioni amministrative si svolgeranno nel segno di Parigi. Sulle urne i kalašnikov peseranno come macigni e nelle grandi città le elezioni amministrative diverranno autentici laboratori politici, condizionati soprattutto dal contesto nazionale e internazionale.
Prima ancora di fare programmi, quindi, sarà bene capire in quale clima si voterà. Anzitutto quello della “sicurezza”, che, tuttavia, non catalizzerà l’attenzione sulla violenza delle città, vittime del rapporto tra partiti e criminalità organizzata. Significherà “ordine pubblico”, con il corollario di “terroristi”, che il circo mediatico descrive come…

View original post 497 altre parole