fratelli fiori.

fratelli fiori

Ciao Giorgio Francesco.
Mi chiamo Paolo Francesco.

Tu sei il Santo Padre, la Guida della Cristianità. Io sono uno zero. Sono disoccupato, non ho un titolo, non ho stipendio né pensione. Se parlassimo di soldi e successo, potrei considerarmi un rifiuto. Ma non mi va di parlare di soldi, lo fanno tutti. Preferisco occuparmi dei miei simili, i rifiuti. Ti scrivo da una discarica, di fronte a me c’è una vera e propria montagna. E’ Cupinoro, vicino Bracciano. Starò qui per un po’.

Stante la notevole differenza che c’è tra il Papa e uno zero, abbiamo diverse cose in comune.
Siamo entrambi esseri umani, due granelli di polvere, futuro concime per i fiori.
Abbiamo la morte pronta a bussare alla nostra porta e nelle mani una vita troppo breve, fatta di attimi che non dobbiamo lasciar fuggire.
Abitiamo nella stessa casa, la vorremmo vedere bella, integra e felici tutti i…

View original post 388 altre parole

Bandiera nera al premier Renzi

Triskel182

renzi_piratadelmare130 mila kmq di mare minacciati dal pirata Matteo Renzi: le lobby del petrolio ringraziano.

Legambiente assegna la bendiera nera al premier italiano per la deriva petrolifera che ha assunto il suo governo.

Un’area grande quanto l’Inghilterra sotto scacco delle compagnie petrolifere grazie a un Governo che mentre da mesi annuncia un green act per l’Italia di fatto svende l’ambiente, il futuro e la possibilità di un sistema energetico pulito. La ciliegina sulla torta avvelenata l’ha messa il ministro Guidi che ha difeso non solo le trivellazioni ma anche l’utilizzo della tecnica dell’airgun per la ricerca dei giacimenti. Le riserve certe di petrolio presenti sotto i mari italiani sono assolutamente insufficienti a dare un contributo energetico rilevante al nostro Paese, ma a fronte di questi quantitativi irrisori di greggio – che basterebbero a soddisfare il fabbisogno energetico italiano per appena 8 settimane – si stanno ipotecando circa 130mila kmq di…

View original post 259 altre parole

La stella della Mogherini (Andrea Scanzi)

Triskel182

Mentre l’involontariamente comico e realmente pericoloso Renzi straparla di “rivoluzione copernicana”, che è poi la versione cazzara del berlusconiano “meno tasse per tutti” (evidentemente i sondaggi devono essere bruttini), si staglia all’orizzonte la stella della Mogherini. Da sempre la sua inutilità in Europa è accecante: quando c’è da decidere qualcosa di importante, in Europa stanno bene attenti che non ci sia lei nei paraggi. E poi decidono. Già questo basterebbe. Si scopre però adesso, e a farlo non è la Gazzetta del Fagiolo Lesso ma il Daily Telegraph, che tal Mogherini – Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune (ovvero “Lady Pesc”) – avrebbe fatto ordinare servizi di piatti in stile imperiale, bicchieri in cristallo, porcellane e posate in argento per circa 3 milioni di euro.

View original post 231 altre parole

La lezione di Angela: colpirne uno (la Grecia) per educarne ventisei (Alessandro Robecchi)

Triskel182

La storia non è mai già scritta, eppure capita che la si sia già letta. E allora nei giorni della battaglia di A-tene, conclusa con la marcia trionfaledeigeneralidelFondo MonetariosottoilPartenone,si è forse esagerato con le metafore e le allegorie. Ma sì, dai, quelle cose a base di carrarmati e blitzkrieg, con il Beethoven dell’Inno alla Gioia mai così wagneriano,elecondizioniposte alla Grecia molto simili a ordini secchi urlati in tedesco: in fila! Marciare! Spalle al muro! Un déja vu potente, che chiama spontaneamente l’equazione, essendo almeno la terza volta in cent’anni che si vede la Germania senza argini europei.  E però: troppo facile. Va bene per la vignetta, va bene per il paradosso, che sono preziosi, eppure la metafora è un’altra, l’immagine è per così dire più moderna: è quella della testa di cavallo nel letto, della “proposta che non puoi rifiutare”.  

View original post 299 altre parole

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

Triskel182

totoFigli di Troia. “La Grecia ha responsabilità storiche” (Giorgio  Napolitano, ex presidente della Repubblica, 6.7). Deve ancora i danni di guerra ai troiani, e Napolitano era lì.  Uno per tutti. “Non ho motivod’occuparmidelleintercettazioni che venerdì scorso sono state riferite da tutti i giornali” (Eugenio Scalfari, la Repubblica, 12.7). Per la verità, venerdì scorso quelle intercettazioni sono state riferite da un solo giornale, e purtroppo non è quello di Scalfari. Ammazza quanto rosica Eugenio. #Michelestaisereno. “Renzi mi ha detto di stare sereno” (Generale Michele Adinolfi, comandante generale in seconda della Guardia di Finanza, la Repubblica, 12.7). Poveretto, così giovane.  

View original post 334 altre parole

Pregare a Napoli (Roberto Saviano)

Triskel182

la fedeUn documentario racconta le storie di dieci convertiti. Persone dentro una città in trasformazione da sempre ricca di spiritualità. E capitale di tolleranza, di dialogo con le minoranze. Dove prima che in altri luoghi si è registrato il fallimento sociale che diventa premessa per una nuova scelta religiosa. Ecco perché “Napolislam” rischia di cambiare davvero la percezione della quotidianità italiana.

Napoli, Islam? Davvero Napoli si sta islamizzando? Ci sono dei documentari che cambiano per sempre la percezione del tema che affrontano. È stato così per Inside Job , film premio Oscar di Charles Ferguson che ha raccontato la crisi economica dimostrando la colpevole responsabilità della finanza. È stato così per
Sugarman , la storia di Sixto Rodriguez, cantante sconosciuto nel suo Paese, gli Stati Uniuti, ma che era diventato, a sua insaputa, famoso come Elvis in un’altra parte del mondo, il Sudafrica, e per tutta la vita ha continuato a…

View original post 1.165 altre parole