Iraq: Has the US-UK War for Oil Detonated the “New Iraq”??

tutte le guerre sono fatte per interesse di pochi, gli altri muoiono

ConspiracyAnalyst.org

Pravda
by Felicity Arbuthnot

Iraq: Has the US-UK War for Oil Detonated the

What a black, tragic irony. Just two months ago, on the eleventh anniversary of the (illegal) invasion of Iraq, the Guardian (1) reminded that the mass slaughter, the incineration of swathes of towns, cities and the use of US-UK weapons of mass destruction was not about Iraq’s weapons of mass destruction, but about oil (a fact long established for any one with even minimal gray matter.)

Today flames are rising from Iraqis largest oil refinery at Baiji, 130 miles north of Baghdad, the result of mortar attacks by the varying forces sweeping towards the capitol city.

The Guardian outlined, the invasion’s: “real goal – as Greg Muttitt documented in his book ‘Fuel on the Fire’, citing declassified Foreign Office files … was stabilising global energy supplies (especially) ensuring the free flow of Iraqi oil to world markets” with advantage to US and UK companies.

“The most…

View original post 944 altre parole

Presidente con Sciamano (Marco Travaglio).

monarchia di fatto

Triskel182

napolitano-vietti

Finché c’era soltanto il Fatto a criticarlo, Napolitano poteva tranquillamente infischiarsene. Ma ieri, in un esemplare editoriale di Luigi Ferrarella, anche il Corriere ha sottolineato la grottesca irritualità della sua “lettera riservata” al vicepresidente del Csm Michele Vietti sulla spaccatura alla Procura di Milano: l’ormai famosa missiva che Vietti asseriva di aver letto e di possedere in copia, ma non la faceva leggere a nessuno, custodendola con religiosa devozione in un apposito tabernacolo, come il sacerdote con la Sacra Particola. Però la brandiva da lontano come sfavillante Durlindana per intimare alle due commissioni del Csm che si erano espresse sul caso Milano di sbianchettare ogni sia pur lieve pigolio critico sul procuratore Bruti Liberati, accusato dall’aggiunto Robledo di assegnare i fascicoli più politicamente delicati a un ristretto gruppo di pm fedelissimi, in barba alle regole interne sulle competenze dei pool. Una scena inedita per una democrazia, ma piuttosto usuale nelle…

View original post 516 altre parole

DOPPIO PESO ALL’ITALIANA (Antonio Padellaro).

perchè è un “prodotto” del sistema che ci sta facendo soffrire da anni

Triskel182

Perché a Matteo Renzi viene perdonato tutto ciò che non è stato perdonato a Silvio Berlusconi?Brevepromemoria.Nelfamigerato ventennio, più volte gli scherani del sultano di Arcore provarono a liberarsi delle intercettazioni telefoniche e ambientali comprovanti i loro traffici. Con la scusa della privacy da difendere, minacciarono la chiusura dei giornali che avessero pubblicato quei verbali e altri sfracelli. Si coniò giustamente il termine “bavaglio”, si organizzarono piazze ricolme di sdegno e gli strilli fecero tremare le vetrate del Quirinale e di Palazzo Chigi. Non se ne parlò più. L’altroieri, dagli uffici del ministro Orlando è stata fatta filtrare una riforma della giustizia riguardante anche la (non) pubblicazione delle intercettazioni per vedere l’effetto che faceva.

View original post 223 altre parole

Il profeta della fuffa

è arrivato il sosia 2.0

Il simplicissimus

sonno blog copiaIl sonno della ragione crea Renzi. E qui più che di sonno si tratta di un coma profondo, di encefalogramma piatto del Paese nel suo complesso. Dopo la salita del cane da guardia dell’austerità ,Juncker al soglio di presidente della commissione Ue, avvenuta anche grazie a chi aveva chiesto il voto per tutt’altro, vedo che i media in grande spolvero di irrealismo ci presentano la clamorosa sconfitta come una mezza vittoria e gaudiosamente annunciano che con le riforme chieste dalla troika e parte del programma di governo, forse sarà possibile ottenere un po’ di flessibilità sui parametri.

In soldoni che del resto è la moneta corrente dell’informazione, viene considerata una mezza vittoria il fatto che ci troviamo di fronte allo stesso bivio, allo stesso ricatto in seguito al quale fu piazzato Monti a Palazzo Chigi invece di andare alle elezioni, lo stesso che fu la stella polare delle larghe intese Letta con tanto di rielezione…

View original post 337 altre parole

Confab of Climate Experts to Challenge Global Warming “Consensus”

ConspiracyAnalyst.org

The New American
by William F. Jasper

Climate scientists and noted researchers from a variety of disciplines and all parts of the world will be converging on Las Vegas, Nevada, July 7-9 to receive awards and present their latest findings at the Heartland Institute’s 9th International Conference on Climate Change.

Among the renowned experts who will be speaking are:

• Dr. Roy Spencer, principal research scientist at the University of Alabama in Huntsville and Team Leader on NASA’s Aqua satellite;

• Dr. Nils-Axel Morner of Sweden, one of the world’s leading experts on sea level changes;

• Lord Christopher Monckton, chief policy advisor to the Science and Public Policy Institute;

• Dr. Patrick Moore, a founding member of Greenpeace, former president of Greenpeace Canada, and former director of Greenpeace International;

• John Coleman, veteran meteorologist and founder of The Weather Channel;

• Dr. Sonja Boehmer-Christiansen of the University of Hull…

View original post 766 altre parole

UN CONTRIBUTO DI ALBERTO ZIPARO

SALVIAMO VENEZIA

cernieramose

Dal Manifesto del 28 giugno 2014

“GRANDI OPERE: LA CORRUZIONE È NELLE NORME”, di
Alberto Ziparo

In tema di grandi opere, la corruzione è di sistema ed è stata favorita, quasi ricercata, dalle semplificazioni normative e procedurali: un processo di modifiche legislative e smantellamento di verifiche e controlli, avviatosi negli anni novanta con la TAV, proseguito con le leggi “speciali” – quali MOSE e, di recente, EXPO-, e messo a regime nel 2001 con la Legge Obiettivo per le Infrastrutture Strategiche. Logica che i Berluscones – abilissimi nel trasformare i problemi in affari – riproponevano poi in tutta la legislazione cosiddetta d’emergenza con il plauso prolungato del centro-sinistra: Rifiuti, Depurazione, Energia, Grande Commercio, fino alla Sanità. Si istituzionalizzavano così megaentità speciali, spesso non pubbliche, che dovevano gestire in toto i grandi lavori, in luogo dei precedenti enti appaltanti e gestori,messi a punto con la legge Merloni nel post-Tangentopoli, per cui…

View original post 757 altre parole

RENZI PROVA A CANCELLARSI LA CONDANNA PER DECRETO (Tommaso Rodano).

come ha fatto quell’altro

Triskel182

RenziCASO PROVINCIA DI FIRENZE: NELLA BOZZA DELLA RIFORMA DELLA P.A. C’È UNA NORMA CHE DEPENALIZZA LE ASSUNZIONI FACILI. PALAZZO CHIGI: “VERRÀ TOLTA”.

Un articolo “salva-Renzi”. Nel decreto legge Madia sulla pubblica amministrazione, c’è una norma che potrebbe risolvere i problemi del premier con la giustizia amministrativa. Ma da palazzo Chigi assicurando: “È un errore, la faremo sparire”. 

Per spiegarla, serve un passo indietro. Tre anni fa l’attuale presidente del Consiglio è stato condannato in primo grado dalla Corte dei Conti di Firenze per danno erariale. La sentenza è del 4 agosto 2011: secondo i giudici contabili, quando era presidente della Provincia di Firenze (tra il 2004 e il 2009), Renzi è stato responsabile dell’assunzione irregolare di quattro persone nello staff della sua segreteria, con contratti a tempo determinato. 

View original post 516 altre parole

La società disumana

una delle peggiori espressioni di quello che provoca l’ignoranza

O capitano! Mio capitano!...

no_racism

Proprio ieri scrivevamo di un processo di regressione culturale che sta interessando la nostra società, leggendo i commenti feroci seguiti al post pubblicato sulla propria pagina Facebook dal segretario della Lega Nord Matteo Salvini (qui).

Oggi arriva la notizia che in Francia un ragazzo di 16 anni è in coma dopo essere stato picchiato da un gruppo di persone. Il fatto è accaduto a Pierrefitte-sur-Seine, nella periferia di Parigi. Secondo le prime informazioni, il giovane “fermato più volte per furto, sarebbe stato sequestrato nel campo nomadi dove viveva da un gruppo di abitanti della zona, che lo accusavano di un furto a casa di una loro conoscente. Il giovane sarebbe stato picchiato a sangue in una cantina e poi abbandonato in strada in coma, in un carrello di supermercato”. Citiamo testualmente dall’Ansa. Che, come segnalato più volte, dà molta rilevanza, nel titolo e in apertura dell’articolo, al…

View original post 374 altre parole

Frank Schirrmacher 1959-2014 |THE THIRD CULTURE abbiamo una esplosione demografica di idee, ma non abbastanza cervello per coprirle

Siamo evidentemente in una situazione in cui la tecnologia moderna sta cambiando il modo in cui le persone si comportano, la gente parla, la gente reagisce, la gente pensa, e la gente ricorda. E si verifica questo non solo in modo teorico, ma quando si incontrano persone, quando all'improvviso le persone iniziano a dimenticare le … Continua a leggere Frank Schirrmacher 1959-2014 |THE THIRD CULTURE abbiamo una esplosione demografica di idee, ma non abbastanza cervello per coprirle

1.091.676 teste di cazzo

N D P I M

La recente tornata elettorale è stata molto utile per capire il reale sentimento politico dell’italiano medio. Dopo aver attentamente analizzato i risultati elettorali possiamo affermare, senza ombra di dubbio, che l’italiano medio è essenzialmente e nel più profondo dell’anima un integralista democristiano. Quando le cose si mettono male e sente odore di analis urticatio si comporta secondo modalità ben precise e codificate. Si tura il naso e sceglie la soluzione che gli possa permettere di tirare avanti, senza troppi affanni, ancora per qualche tempo. Magari finché non ritrova la fiducia in qualcuno che gli possa permettere di riaprire le vie aeree.
Una curiosità di non poco peso, era riuscire a capire quanti voti avrebbero preso gli impresentabili presenti praticamente in tutte le liste. Con una certa sorpresa ne hanno presi tanti, sicuramente troppi. Questo ci porta a scoprire un ulteriore faccia dell’italiano medio. Si capisce anche perché Berlusconi sta ancora…

View original post 494 altre parole

Zbigniew Herbert

Interno poesia

Zbigniew Herbert

non ho potuto scegliere
niente nella vita
secondo la mia volontà
il mio sapere
le buone intenzioni

né una professione
un rifugio nella storia
un sistema che spiegasse tutto
né tante altre cose
perciò ho scelto i luoghi
tanti luoghi di sosta
– tende
– locande sulla strada
– asili per senzatetto
– foresterie
– notti sub Iove
– celle di conviventi
– pensioni in riva al mare

i veicoli
come tappeti volanti
di una fiaba orientale
mi trasportavano
da un luogo all’altro
assonnato
estasiato
tortmentato dalla bellezza del mondo


da Poeti della malinconia (Donzelli, 2001)

View original post

Marò, stupri e barbarie dell’informazione

Il simplicissimus

imagesGli stupri che avvengono in India sono stati arruolati a difesa dei due marò “ingiustamente” detenuti per la colpa di aver fatto fuori due pescatori. Anzi due pescatori indiani e dunque una responsabilità assimilabile alla violazione del divieto di sosta. Non essendo più possibile difenderne plausibilmente l’estraneità alla mattanza, venuta meno la possibilità di processarli in Italia, grazie alle mosse sbagliate dei fascio cialtroni di governo all’epoca dei fatti, non rimangono che gli argomenti indiretti e cioè una supposta barbarie indiana che permette di sdoganare il razzismo sottotraccia e al tempo stesso di reclamare la restituzione dei due a prescindere dalla loro colpevolezza o meno.

Gli stupri vengono a fagiolo e non solo per i giornali della destra bertucciante, ma anche per il Corriere degli illuminati grassatori  ormai in gara a vellicare la pancia del Paese per meglio affamarla: in India ci fa sapere l’augusto quotidiano, c’è uno stupro ogni 21 minuti, il che…

View original post 173 altre parole

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

Triskel182

TotoGasp! “Fa piacere mandare a fare.. .gli inglesi,boriosi e coglioni” (Maurizio Gasparri, tweet dopo Italia-Inghilterra, 15-6). “@wireditalia non so chi sia, per viltà come tanti si cela dietro l’anonimato, serve nome e cognome per indicare a nettezza urbana” (Gasparri, tweet dopo le critiche di Wired Italia, sezione italiana della celebre rivista mensile americana, 15-6). Giusto: chi è questo signor Wired Italia? Si qualifichi! (Si precisa che il pover’uomo è vicepresidente del Senato della Repubblica). TraspaRenzi. “Sì all’incontro con i 5Stelle, ma stavolta niente patti segreti né giochini strani” (Matteo Renzi, presidente del Consiglio, 16-6). Quelli li faccio solo con Silvio. 

View original post 579 altre parole

La corruzione? fa bene al Pil

le basi a questa babilonia le ha messe proprio lui basta leggere la storia

Il simplicissimus

15_COVER_672x351Anna Lombroso per il Simplicissimus

Una delle conquiste più amare che abbia fatto negli ultimi anni, io come altri, è la diffidenza.

Mio malgrado sono costretta a considerarla una vittoria non so se dell’età o dei tempi che viviamo, perché il pregiudizio preserva dall’inganno e dall’autoinganno, dall’illusione e dalla disillusione, è un antidoto alle menzogne.

Infatti ho imparato ad impiegarla solo a fini pubblici continuando ad essere festosamente credulona per quanto riguarda il fronte privato, nel quale non mi sono mai sentita né mi sentirirò mai in guerra. mentre orami considero nemico il ceto al potere, la corte di regime e nutro sospetti nei confronti di ogni atto, perfino quelli apparentemente “riparatori”, per i quali cerco e purtroppo trovo sempre motivazioni opache e negative.

Così le azioni di contenimento della corruzione, le considero tali, interventi di limitazione, misure di controllo del fenomeno, che in fondo – come questo blog ha già…

View original post 613 altre parole

Scandalo Mose, l’album di famiglia in riva alla Laguna (Valeria Pacelli).

il malaffare ha superato i livelli massimi da anni, il marciume se non viene rimosso ci sommergerà completamente. “ma che ce frega ce so i mondiali è estate”…intanto gli avvoltoi continuano a spolpare la carcassa

Triskel182

Sistema mose

I PROTAGONISTI DEL “SISTEMA” DEFINITO DAL PM NORDIO ”PIÙ SOFISTICATO DI TANGENTOPOLI”: LE FIGURINE DEI POTENTI, ALCUNI INDAGATI E ALTRI CITATI DAGLI ARRESTATI.

 Il procuratore aggiunto, Carlo Nordio, ha sintetizzato così giorni fa l’inchiesta che sta facendo tremare Venezia: “I protagonisti coinvolti sono simili alla Tangentopoli di vent’anni fa di cui mi sono anche occupato, ma il sistema era molto più sofisticato”. Il sistema di cui parla è quello degli appalti al Mose, dietro il quale si nascondeva un meccanismo ben strutturato. L’indagine della Procura di Venezia si divide infatti in tre filoni: i lavori del Mose, i project financing e altri fatti specifici. Alla base di ognuno, la raccolta di fondi neri costituiti grazie alle false fatturazioni per opere pubbliche . Tradotto: con i soldi dei cittadini. Il meccanismo per distribuire a privati, partiti e aziende il denaro pubblico è noto: i soldi dello Stato arrivavano al…

View original post 1.386 altre parole

Redditi italiani fermi agli anni ’80. La Tasi sarà più pesante dell’Imu (ROSARIA AMATO).

i frutti dei governi che si sono succeduti tutti: “chiavi in mano”, tutti imposti, tutti anticostituzionali, sudditi di affaristi e governi corrotti

Triskel182

I numeri della crisiNomisma: dal 2008 perdono soprattutto le giovani coppie dimezzate le famiglie interessate a comprare un’abitazione.

ROMA -Il reddito familiare torna ai livelli degli anni Ottanta, il potere d’acquisto cala dell’1,3 per cento, il 13 per cento in meno rispetto ai valori precrisi, il mattone diventa sempre più un sogno proibito: in 12 mesi si dimezzano gli aspiranti acquirenti, che passano da 730.000 a poco più di 324.000, rispetto a un bacino potenziale di 1 milione di famiglie. La stima è di Nomisma, nel “Rapporto sulla finanza immobiliare”. Anche i pochi segnali di miglioramento sul fronte delle famiglie sono molto deboli, e di dubbia interpretazione: la propensione media al risparmio nel 2013 sale al 9,8 per cento, 1,4 punti in più rispetto al 2012, però il 64,5 per cento degli intervistati afferma di aver risparmiato meno rispetto all’anno precedente, o di non averlo fatto per nulla. È una quota inferiore al…

View original post 455 altre parole