QUOTE BANKITALIA, REGALO BIS: ALLE BANCHE 380 MILIONI (Stefano Feltri).

$ono loro che comandano con vari prestanome governativi

Triskel182

Il discorsoCOME EFFETTO DELLA RIFORMA VOLUTA DAL GOVERNO LETTA SALGONO I DIVIDENDI DI VIA NAZIONALE AI SOCI PRIVATI. LO SCORSO ANNO ERANO SOLO 70 MILIONI.

Regalo alle banche parte due: il dividendo che la Banca d’Italia paga alle banche private che detengono le quote del suo capitale per il 2013 sarà di 380 milioni di euro, contro una media degli ultimi 15 anni di 46,5 milioni. È l’effetto della rivalutazione del capitale da 156 mila euro a 7,5 miliardi decisa dal governo Letta e approvata, a colpi di fiducia e tra le proteste del Movimento Cinque Stelle, all’interno di un decreto legato sull’Imu. “La riforma non è un regalo alle banche”, aveva detto il governatore Ignazio Visco in Parlamento a febbraio. Ma nelle considerazioni finali (il discorso annuale di fine maggio) di ieri ha presentato i risultati di bilancio di via Nazionale per l’anno 2013: allo Stato vanno 1,9 miliardi di…

View original post 838 altre parole

COSTITUZIONE PER LA RETE (Stefano Rodotà).

Triskel182

POSSIAMO dire che comincia a prendere forma una costituzione per la Rete, un vero Internet Bill of Rights? Proprio negli ultimi due mesi vi è stato un affollarsi di novità che non solo giustificano la domanda, ma sono il segno concreto di una tendenza in atto, che ritroviamo in sentenze della Corte di Giustizia dell’Unione europea, nell’imminente nuovo regolamento europeo sulla privacy, in una importante legge brasiliana su Internet. Si manifesta così la consapevolezza della impossibilità di lasciare il Web al dominio delle sole logiche del mercato o della sicurezza. E soprattutto viene smentita la tesi della morte della privacy. Questa è tornata al centro dell’attenzione planetaria dopo le rivelazioni sul Datagate, tanto da indurre uno dei più convinti certificatori di quella morte, Mark Zuckerberg, ad affrettarsi ad assicurare che Facebook garantirà a questo diritto una più forte tutela.

View original post 806 altre parole

7-8 GIUGNO 2014. TUTTI A VENEZIA!!!

basta non avete più nessun pudore: state distruggendo il Paese per i vostri interessi e dei boiardi che mangiano sulla pelle delle persone che vivono nei luoghi che distruggete. ma voi e i vostri figli dove vivete?

SALVIAMO VENEZIA

7giugno

7-8 GIUGNO TUTTI A VENEZIA PER FERMARE LE GRANDI NAVI.
GIORNATE DI MOBILITAZIONE PER SALVARE LA LAGUNA BENE COMUNE
CONTRO LE GRANDI OPERE

La battaglia contro le Grandi Navi a Venezia è arrivata a un punto cruciale.

Da quando due anni fa è nato il movimento di cittadini che si batte contro i mostri del mare, numerose indagini hanno dimostrato come queste “grandi opere galleggianti” danneggino irreparabilmente un ecosistema fragile come quello della laguna veneziana, attentando ogni giorno alla nostra salute: dall’inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili, pari alle emissioni di 14.000 automobili, a quello elettromagnetico, provocato dai radar costantemente accesi delle navi attraccate nel cuore del popolato quartiere di Santa Marta, dall’erosione dei fondali, che avviene al loro passaggio, allo spostamento di masse d’acqua enormi, che danneggiano rive e palazzi e molto altro ancora.

Ma numerose sono state anche le battaglie che ci hanno visto protagonisti e con le…

View original post 936 altre parole

All Wars Are Well Planned Banker Wars, including WWIII

NO WARS NOW

TABU; Towards A Better Understanding

All Wars Are Well Planned Banker Wars, including WWIII

by Jamie Lee

Tabublog.com

 upside_down_us_flag

When the Power of Love overcomes the Love of Power, There Will Be Peace.

Jimi Hendrix

War is a Racket by Smedley Butler is a famous speech denouncing the military industrial complex. This speech by two-time Congressional Medal of Honor recipient exposes war profits that benefit few at the expense of many. Throughout his distinguished career in the Marines, Smedley Darlington Butler demonstrated that true patriotism does not mean blind allegiance to government policies with which one does not agree. To Hell with war.

******

http://freedom-articles.toolsforfreedom.com/wp-content/uploads/2013/06/bankers-wars.jpg

*****

Definition of Conspiratorial History

With thanks to Ralph Epperson, author of The Unseen Hand, An Introduction to the Conspiratorial View of History.

Two Views of History

There are two fundamental ways to view history. We call one the catastrophic or accidental view of history. We call the other view the

View original post 7.971 altre parole

Income inequality in the developing world

Should income inequality be of concern in developing countries? New data reveal less income inequality in the developing world than 30 years ago. However, this is due to falling inequality between countries. Average inequality within developing countries has been slowly rising, though staying fairly flat since 2000. As a rule, higher rates of growth in … Continua a leggere Income inequality in the developing world

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

che desolazione resto basito non ho più parole

Triskel182

TotoMessaggio di vino. “Grignani ubriaco sul palco di Pedrini” (la Repubblica, 24-5). I politici sul palco invece erano tutti sobrii. Ostellinus. “La Costituzione…, fintanto che è in vigore, la si rispetti… ”.

Soprattutto ad evitare di ridurla a flatus voci – direbbe Marx, a falsa coscienza – buona per tutte le stagioni” (Piero Ostellino, Corriere della sera, 24-5). O magari a flatus vocis, direbbero i latini e gli studenti non ripetenti.

   Amorosi sensi. “Meglio non votare che votare Grillo” (Silvio Berlusconi, 23-5). “Votate chi volete: Pd, FI o Ncd. Ma il voto al M5S è sprecato” (Alessandra Moretti, Pd, 19-5). “Votatechivipare,manonmandateibuffoni in Europa” (Matteo Renzi, 18-5). La Grande Colazione.

View original post 393 altre parole

“La Ue non è un unione sociale”, parola di Merkel

Il simplicissimus

7cd22c5b4753781d29a85663499c783b“Die EU ist keine Sozialunion”. La Ue non è un unione sociale, anzi tradotto nel suo più aderente significato non c’è nessuna unione sociale in Europa. Parola della cancelliera Angela Merkel che ha affidato questo folgorante pensiero programmatico alla Passauer Neue Presse. La campagna elettorale si sa è complessa e ciò che sarebbe una grandissima gaffe in un Paese diviene invece un punto di forza in un altro: la Merkel parlava nello specifico dei sussidi che non devono più essere concessi ai cittadini dell’Unione che cercano lavoro in Germania o che non hanno un lavoro a tempo indeterminato (con minaccia di sanzioni e di carcere in caso di informazioni incomplete nella richiesta di soggiorno) e la cosa ha evidentemente un impatto in una cittadina come Passau, al confine con l’Austria, ma anche vicinissima alla Repubblica Ceca, oltre che una delle roccaforti dell’ultra destra Csu, alleata organica del partito merkeliano.

Tuttavia il significato generale è chiarissimo…

View original post 215 altre parole

Strategic Allies BERLIN/BUDAPEST/KIEV

BERLIN/BUDAPEST/KIEV (Own report) - Hungarian Prime Minister Viktor Orbán's demand that the putsch regime in Kiev adopt the German model of ethnic minority policy is creating strong tensions. At the beginning of his third term in office, Orbán declared that Ukraine must grant the Hungarian speaking minority special rights based on ethnicity, including the right … Continua a leggere Strategic Allies BERLIN/BUDAPEST/KIEV

Greenpeace: Allarme Amazzonia.

sono così avidi di denaro che non gli importa niente anche se vivono anche loro su questo pianeta. idioti pericolosi per tutta l’umanità

Triskel182

L’attrice francese Marion Cotillard, vincitrice di un Premio Oscar e candidata ora alla Palma d’Oro al festival di Cannes, spiega in un corto d’animazione diffuso oggi da Greenpeace come il taglio illegale stia distruggendo la foresta amazzonica brasiliana.

http://allarmeamazzonia.greenpeace.it.

Da greenpeace.org

View original post

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

Triskel182

TotoLa Pravda/1. “Il 25 maggio bisogna votare per Renzi e per Schulz” (Eugenio Scalfari, Repubblica, 18-5). Foglio d’ordini: italiano, vota e fai votare Renzi e Schulz. Nel segreto dell’urna Dio non ti vede, Scalfari sì. La Pravda/2. “Se il Pd riuscisse ad ottenere almeno 5 punti sopra il movimento grillino, l’affermazione di quest’ultimo sarà stata certamente notevole ma quella del Pd altrettanto” (Scalfari, ibidem). Italiano, prendi buona nota: almeno 5 punti, è un ordine.  La Pravda/3. “… fare il possibile perchè il partito di Alfano faccia breccia nel fronte moderato” (Scalfari, ibidem). Moderato italiano, ricorda: votare Alfano perchè faccia breccia nel fronte.  

View original post 723 altre parole

È Stato la mafia di Marco Travaglio.

Triskel182

È Stato la mafia: Tutto quello che non vogliono farci sapere sulla trattativa e sulla resa ai boss delle stragi 
Nei corso del 2013 il vicedirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio ha portato nei teatri italiani il suo spettacolo “E’ stato la mafia”: un monologo lungo 3 ore nel quale si racconta di uno dei tabù della nostra storia repubblicana. La trattativa stato mafia, portata avanti da uomini delle istituzioni e dai vertici di cosa nostra dopo le bombe (e con le bombe) del 1992-93.

View original post 1.138 altre parole

‘U Prufessuri (Marco Travaglio).

Triskel182

Giovanni-Fiandaca Siccome, come ci informa La Stampa in prima pagina, Matteo Renzi sta per regalare a tutte le puerpere “parti senza dolore” (l’unico miracolo che non era venuto in mente neppure a B.), non avrà difficoltà a compiere un’impresa molto più modesta: svelare finalmente agli italiani che cosa pensa della trattativa Stato-mafia. Chi, infatti, dice di fare della legalità la bandiera della sua rivoluzione, non può non rispondere a un quesito semplice semplice: ritiene anche lui una buona idea combattere la mafia trattando con la mafia? Se sì, si comprende perché il Pd candidi in pole position nelle isole il prof. Giovanni Fiandaca, docente di chiara fame e fiero giustificazionista della trattativa. Se no, Renzi sarebbe ancora in tempo a dissociarsi dal candidato Fiandaca, magari a scusarsi di averlo candidato, forse persino a invitare gli elettori a votare qualcun altro.

View original post 542 altre parole

Dilettanti al governo: la Tasi si rinvia, ma resta un salasso (Marco Palombi).

Triskel182

Protagonisti dell'affaire TasiI COMUNI SONO IN RITARDO, L’ESECUTIVO HA PERSO UN MESE: SI PAGHERÀ A SETTEMBRE.

Lo sapevano da almeno un mese che si sarebbe arrivati a questo punto. Lo sapevano almeno da quando dentro il terzo decreto Salva-Roma è stato inserito un emendamento – concordato da governo e maggioranza – che spostava dal 31 maggio al 31 luglio il termine per i Comuni per predisporre i loro bilanci. Lo sapevano – e s’intende a Palazzo Chigi e in particolare il sottosegretario Graziano Delrio (ma pure il presidente Anci Piero Fassino) – perché il tema fu posto in quei giorni anche nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato, specialmente dal presidente della prima, Francesco Boccia: qui si continuano a cambiare le leggi sulla fiscalità locale, non si fa in tempo, la prima rata della Tasi va fatta slittare a settembre. Niente. Ora, quando manca meno di un mese alla scadenza del 16…

View original post 710 altre parole

Fiducia sul decreto casa uova contro Montecitorio Arriva il bonus mobili (VALENTINA CONTE).

Triskel182

montecitorioOggi la conversione in legge, protesta in piazza Detrazioni per gli inquilini poveri, cedolare al 10%.

ROMA  – Un lancio di uova in piazza Montecitorio saluta l’undicesimo voto di fiducia al governo Renzi. Quello dato ieri al decreto casa (324 sì, 110 no), che oggi sarà convertito in legge. In aula dunque i deputati votano per non far decadere il provvedimento, mentre fuori esplode la protesta dei movimenti per il diritto all’abitare. Se la prendono con Alfano e le nuove misure di sicurezza da lui annunciate per le manifestazioni a Roma. Gridano “vergogna” e “Renzi vattene”, mentre si spostano in corteo, paralizzando il traffico della Capitale e issando uno striscione con cui ribadiscono il loro “no al piano casa e no all’articolo 5”.

View original post 517 altre parole