Sagre taroccate e mercatini fasulli quando il km zero arriva da lontano (JENNER MELETTI).

l’ho verificato anche più a sud: provincia di roma e latina sono alle stesse condizioni, oltretutto per alcuni lo scontrino fiscale non esiste e poi sulla qualità, i km 0 e il rispetto di ambiente o animali non è per niente assicurato, come sempre il commercio tende ad appropriarsi di realtà positive, svilendone i principi che le hanno promosse. occorre stare attenti e non farsi “fregare” da finti personaggi che si spacciano per cultori e custodi della terra, sono solo truffatori ed evasori fiscali

Triskel182

Il km zero

Su 42mila manifestazioni “paesane” in Italia soltanto 15mila offrono prodotti autentici E attenzione ai “finti” agriturismi: due su tre.

PADOVA – Hanno dovuto alzarsi molto presto, gli uomini e le donne della Forestale. Alle 3 di notte erano già al Maap, il mercato ortofrutticolo all’ingrosso. «Ecco, quelli sono i clienti da seguire». C’era stata una segnalazione: ci sono dei contadini che vendono i loro prodotti nei farmers market e in realtà comprano quasi tutto all’ingrosso. Quattro di loro sono pedinati, fotografati e filmati mentre acquistano cassette di frutta e verdura. «Poi, per ordine del sostituto procuratore Sergio Dini — raccontano al comando provinciale della Forestale, guidato da Paolo Zanetti — abbiamo perquisito le quattro aziende e lì abbiamo trovato le cassette svuotate e abbandonate perché portavano il nome del produttore.

View original post 720 altre parole

‘Extreme Levels’ of Monsanto’s RoundUp Found in GMO Food, Norwegian Study Shows

NO OGM boicotta Monsanto

ConspiracyAnalyst.org

Natural Society
by Christina Sarich

pesticides roundup 263x164 ‘Extreme Levels’ of Monsanto’s RoundUp Found in GMO Food, Norwegian Study ShowsOne of the only legs biotech has had to stand on is Monsanto’s shill scientific studies and political bullying. The latest independent study from theArctic University of Norway has detected “extreme levels” of the biotech giant’s RoundUp herbicide in our food, proving that the agricultural herbicide manufactured by Monsanto has utterly changed our food supply. And it is anything but safe, no matter the propaganda churned out by oligarchic companies.

WhileBig Ag keeps telling the world that GM food is no different than real food, it becomes exceedingly clear that this is utterly false. They use this lie to pass their GM crops through regulatory agencies, using what is called the‘substantial equivalence’ argument. This, despite the fact that other studies have already proven that there are ‘anti-nutrients’ in GM food.

The Norwegian study, coming out in June’s issue of

View original post 325 altre parole

UNA LETTERA A MATTEO RENZI

rottama anche Venezia?

SALVIAMO VENEZIA

contorta

grandinavi

Se il governo decide per il contorta sant’angelo, l’opposizione della città sarà generalizzata.
Non si può trasformare la laguna in un braccio di mare per soddisfare il gigantismo navale.
La questione delle grandi navi da crociera manifesta una coazione a ripetere gli stessi errori perpetuati nel novecento.
Anche le mega-petroliere che negli anni 60-70 portavano il greggio a Marghera per gli impianti della chimica di base erano incompatibili con la laguna e, ciò nonostante, si realizzò il “canale dei Petroli” che è stato ed è la causa della distruzione morfologica della laguna centrale, nonché concausa del fenomeno di aumento delle acque alte.
Oggi si intende ripetere lo stesso errore, manomettendo la laguna all’insegna del profitto: scavare un altro canale per un’industria – quella del gigantismo crocieristico – che è tanto insostenibile per Venezia e la sua laguna quanto all’epoca si è dimostrata la mortifera industria chimica.
Anche se le grandi…

View original post 272 altre parole

Report del 14/04/2014 – dove prendere i soldi che non ci sono – La puntata.

una delle poche fonti di giornalismo d’inchiesta libera….rimastta

Triskel182

reportNe parlava giusto ieri Report, nel primo servizio di anteprima: da dove prendere i soldi che non ci sono, dove iniziare coi tagli fantamirabili di Cottarelli che dovrebbero fruttare almeno 6 miliardi?

Anche Report ha fatto la sua parte in una puntata dove si è parlato di Rcs e del piano carceri (i soldi ci sono, ma sono usati male per sprechi e appalti poco trasparenti):

Il problema sono i soldi: da una parte mancano sempre e da un’altra ne girano sempre troppi. Ma prima di entrare nel vivo dedichiamo la nostra anteprima a fare un ripasso insieme al commissario per la spendig review Cottarelli, sulla riduzione degli stipendi dei manager pubblici. Una riduzione che è già iniziata e va bene, però, forse, più che ridurre gli stipendi di alcuni manager, bisognerebbe cancellare proprio alcuni incarichi. Per esempio: soltanto in Italia all’amministratore delegato delle più grandi aziende pubbliche, viene…

View original post 818 altre parole

Nomine di complici e comari: #italianistatesereni

Il simplicissimus

2794871-combotriAnna Lombroso per il Simplicissimus

Peccato, davvero peccato che la dinastia Riva non possa esibire una delfina pronta a ricoprire un ruolo strategico nell’industria pubblica. Peccato che Lapo sia un po’ troppo esuberante. Peccato che il chairman della Thyssen Krupp sia anzianotto, ma comunque al suo posto è stata scelta una fervente ammiratrice delle strategie aziendali del gruppo, quella che ha guidato gli applausi dopo i noti incidenti. Ma peccato soprattutto che Marina sia così impegnata con le aziende di un babbo affaccendato nelle note vicende giudiziari e ancora dedito alla salvezza del paese tramite vocazione politica.

Così si è dovuto ripiegare su altri padroncini, sulle cui qualità manageriali il presidente del Consiglio è pronto a mettere l’abituale faccia, non sappiamo quale delle due, con la proverbiale noncuranza per quelle trascurabili questioni di conflitto di interesse che si addicono solo ai professoroni, che appassionano solo i parrucconi, che, insomma,   stimolano…

View original post 680 altre parole

“Io e Deborah in corteo pestati dalla polizia” (LAURA MONTANARI).

Triskel182

La polemica HO IL braccio ancora gonfio, vedi? E anche qui, dietro la spalla, un’altra manganellata». La ragazza della foto è seduta sul gradino di un marciapiede davanti al Teatro Rossi Aperto di Pisa, centro storico, zona universitaria. Mattina di ieri. Scarpe Doc Martens, fili di stoffa ai polsi, occhi verdi.

HA PARCHEGGIATO la sua bicicletta vicino a un muro, tra una lezione e l’altra: «Studio Scienze per la Pace, è una laurea triennale». Deborah Angrisani è la ragazza dell’immagine diventata simbolo degli scontri di sabato a Roma. È la giovane finita a terra che l’amico (Andrea Coltelli, 20 anni, viareggino) cerca di proteggere e che invece un poliziotto calpesta come hanno mostrato le foto di Repubblica.it prima e il video di Servizio Pubblico poi. Deborah ha 22 anni, è di Trento, mamma infermiera, papà finanziere, un fratello. Vive a Pisa per studiare: «Mi piacerebbe lavorare negli aiuti umanitari».

View original post 765 altre parole