“NON C’È UN PIANO SUL LAVORO” MA RENZI PERDE GIÀ PEZZI (Wanda Marra).

l’ennesimo specchio per le allodole, l’apparenza è tutto, in perfetto stile berlusconiano e si reputano di sinistra, ma de che ?

Triskel182

RenziMARIA GRAZIA GATTI LASCIA IL RUOLO DI CAPOGRUPPO IN COMMISSIONE AL SENATO: “PREFERISCO LE MANI LIBERE PER LAVORARE IN MINORANZA”.

Non sono d’accordo con la proposta politica di Renzi. Non condivido la genericità delle posizioni sul lavoro”. Con queste parole Maria Grazia Gatti, senatrice Pd, provenienza Cgil, annuncia le sue dimissioni da capogruppo della commissione Lavoro a Palazzo Madama. I mugugni, i paletti, l’opposizione annunciate rispetto all’annunciata rivoluzione del mondo del lavoro da parte del segretario in questi giorni sono stati molti. Per ora però solo nell’ambito delle dichiarazioni di guerra: quello della Gatti è il primo gesto formale. D’altra parte un Job act ancora non esiste, almeno non in forma definitiva. Sono giorni però che circolano bozze e indiscrezioni che agitano le acque democratiche. Il tema è sensibile e affrontarlo può provocare conseguenze non calcolabili. 

View original post 515 altre parole

CENTRI DI ESPULSIONE ECCO CHI CI GUADAGNA (Silvia D’Onghia).

speculare sulla povertà penso che sia una delle azioni più infami che un uomo possa compiere

Triskel182

La chiamano accoglienza

NEL 2012 COOP E CONSORZI HANNO INTASCATO 19 MILIONI DI EURO OPERATIVE 6 STRUTTURE SU 13. A PONTE GALERIA PROTESTA CONTINUA.

Diciotto milioni seicento mila euro per il 2011. Altrettanti – si stima – per il 2012. Soltanto per la gestione dei servizi interni. Altri 26 milioni di euro l’anno per la sorveglianza. Quasi cento milioni in cinque anni per i rimpatri. La partita immigrazione è una macchina mangia-soldi statali. E se è vero che ormai, dei 13 Centri di identificazione ed espulsione, ne sono rimasti aperti soltanto 6, e neanche a pieno regime, è pur vero che in sette anni, tra il 2005 e il 2011, la cattiva gestione del fenomeno migratorio (Cie, Cara, Cpsa) potrebbe essere costata allo Stato quasi un miliardo di euro. Su questo ha inciso molto il prolungamento della detenzione, da 60 a 180 giorni, voluto da Maroni nel 2008. Con grande soddisfazione delle cooperative…

View original post 633 altre parole

Renzi-Grillo, la sfida e la sfiga (Marco Travaglio).

Triskel182

matteo-renziTutto si può dire di Beppe Grillo, ma non che sia un fesso. Anzi, sempre più spesso la sua naïveté di neofita della politica sembra aver assorbito le furbizie dei politici politicanti. Dunque è impossibile che l’altroieri non abbia colto il senso e le possibili conseguenze dell’apertura di Renzi. Il neosegretario del Pd, anche se non può dirlo fuori dai denti, ha gli stessi nemici che hanno Grillo e il popolo italiano: Napolitano (vedi l’incredibile monito di ieri, che aveva Renzi e Grillo come bersagli unici), Letta Nipote e tutto il cucuzzaro delle Strette Intese, cioè Alfano e quel che resta di Monti&Casini. In poche parole: gli eterni gattopardi che lavorano all’imbalsamazione dell’Ancien Régime e vogliono rinviare le elezioni a chissà quando, possibilmente a mai.

View original post 825 altre parole

Report del 16/12/2013 – Il delitto perfetto – La Puntata.

#corruzione

Triskel182

ReportIn Italia abbiamo un problema di giustizia che non è dovuto alle toghe politicizzate, le toghe rosse, magistratura democratica che vuole sovvertire i risultati delle elezioni.
Il problema della giustizia è legato alle tante riforme e provvedimenti in materia, messi in atto dal Parlamento (e mai abrogati), pensati per risolvere i guai giudiziari di una parte politica (e tenuti buoni per il futuro dall’altra parte politica), e che oggi mettono a rischio il diritto costituzionale ad una giustizia uguale per tutto.

Una di queste riforme, su cui si è concentrata l’inchiesta di Alberto Nerazzini, riguarda la prescrizione dei processi: 130000 processi ogni anni finiscono in prescrizione, ovvero si sarebbe anche individuato il colpevole di un delitto, ma è passato ormai troppo tempo da quando è stato consumato, per cui la giustizia di deve fermare. Nessun risarcimento per la collettività, nessun risparmio per lo stato, magistrati costretti a lavorare anni…

View original post 1.054 altre parole

I delitti ambientali nel Codice penale: una riforma di civiltà.

Triskel182

ambiente avvelenato

Chiediamo da oltre vent’anni l’introduzione dei delitti contro l’ambiente nel Codice penale. L’assenza di sanzioni adeguate è di fatto una licenza a inquinare e saccheggiare l’ambiente i cui viviamo.

Ogni anno nel nostro Paese si consumano oltre 30mila reati contro l’ambiente: dalle discariche abusive alle cave illegali, dall’inquinamento dell’aria agli scarichi fuorilegge nei corsi d’acqua. Si tratta quasi sempre di reati che vengono sanzionati in maniera assolutamente inefficace e con tempi di prescrizione estremamente rapidi. Da oltre vent’anni Legambiente chiede l’introduzione dei delitti contro l’ambiente nel Codice penale, come previsto anche dalla lettera e dalla sostanza della direttiva comunitaria del 2008, formalmente recepita ma di fatto finora disattesa dal nostro Paese. L’assenza di sanzioni adeguate, proporzionate e dissuasive, come recita la stessa direttiva, rappresenta di fatto un incentivo ad inquinare e saccheggiare l’ambiente in cui viviamo. 

View original post 196 altre parole

PRONTA CASSA PARLAMENTO (Paola Zanca).

Triskel182

Referendum 1993NONOSTANTE I “TAGLI”, I PARTITI CONTINUERANNO A RICEVERE 53,9 MILIONI L’ANNO PER I GRUPPI.

È il tesoretto che nessuna sorpresina – di Renzi o di Letta che sia – può intaccare. Sta lì, nel fortino di Montecitorio e palazzo Madama, al riparo del regime di  autoregolamentazione degli organi costituzionali. È il “contributo unico e onnicomprensivo” che spetta ai gruppi parlamentari di Camera e Senato. Quasi 54 milioni di euro per quest’anno (32,6 milioni per il primo ramo, 21,3 milioni per il secondo), già rinnovati nelle previsioni di bilancio da qui al 2015. Soldi che, fino ad oggi, sono serviti a coprire le spese di funzionamento del gruppo. E che ora i tesorieri si preparano a trasferire in parte all’attività politica, per far fronte al (risicato) taglio dei rimborsi elettorali ai partiti. 

View original post 555 altre parole

Storico accordo fra Italia e Germania: nasce l’atlante delle stragi nazifasciste

STORIE DIMENTICATE

Il progetto coinvolge anche l’Anpi e il ministero degli Esteri tedesco. “Chiederemo conto dei crimini di cui si macchiarono le Ss e la Wehrmacht e dei documenti scomparsi sulla Repubblica di Salò” di LUCIA LANDONI

View original post 381 altre parole

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

circo o corte dei miracoli?

Triskel182

TotoMutande pazze. “Rimborsopoli, Cota vuole andare dai giudici” (La Stampa, 10-12). Possibilmente prima che i giudici vadano da lui.

Mucca pazza. “Affidarsi a un partito leaderistico sarebbe come non vedere una mucca nel corridoio” (Pierluigi Bersani, La Stampa, 10-12). “Adesso Renzi ci dica che Pd vuole fare” (Bersani, ibidem). Poi, con comodo, Bersani dirà alla mucca nel corridoio che Pd voleva fare lui.

Ghe pensai mi. “Craxi era un uomo buono, giusto e molto generoso, vi posso assicurare che non ha lasciato la sua famiglia in condizioni di ricchezza, e nemmeno di benessere” (Silvio Berlusconi, Corriere della sera, 14-12). Al benessere provvide lui stesso con una stecca di 23 miliardi di lire in Svizzera. 

View original post 582 altre parole

L’inceneritore dei Castelli Romani esce dal piano rifiuti della Regione Lazio

speriamo che non sia il solito proclama la regione aveva fatto il danno e ora cerca di rimediare, ma se non inizia la raccolta porta a porta sarà difficile mantenere le promesse. ad albano per esempio è tutto fermo o meglio l'amm. dice che siamo partiti con la differenziata ma qui io non vedo niente … Continua a leggere L’inceneritore dei Castelli Romani esce dal piano rifiuti della Regione Lazio

Uil costi politica del 2013

Uil costipoliticade2013. Continuano a spolpare il Paese per far crescere i loro grossi e grassi ventri. La corruzione è ai massimi storici e ancora c'è chi va alle primarie del pd o solidarizza con il pregiudicato e la sua cricca, che ci ha portato in fondo al fosso dal quale non riusciamo ad uscire e … Continua a leggere Uil costi politica del 2013

Albano Laziale

Albano Laziale. Questo è il paese dove sono nato, negli anni dalle chiavi attaccate fuori le porte delle case si è passati alle porte blindate e sbarre alle finestre, i sampietrini sono stati asfaltati, era la città dei "serci", il cemento poi ha fatto il resto: spianando uliveti. orti urbani e oasi verdi, mentre sono … Continua a leggere Albano Laziale

L’AMACA del 11/12/2013 (Michele Serra).

non voglio pensare an un dejavù nero ma i presupposti si delineano sempre più netti, temo per quel che resta della democrazia di ritrovarmi come mio nonno

Triskel182

“Ceto medio impoverito”: è in quel magma di dolore e risentimento che si giocano i destini del Paese. Fa paura, quel magma, nel quale nuotano come pesci ultras di calcio e fascisti (termini spesso sinonimi), e nel quale si fanno le ossa capi e capetti poco cristallini. Faceva sorridere, in un tigì, questa dichiarazione del capo dei Forconi siculi: “Potrei dire che ci daremo fuoco a migliaia davanti alle Prefetture, ma potrei anche dire che vogliamo ragionare sul da farsi”. Anche i rivoltosi, in Italia, hanno qualcosa di democristiano.

View original post 125 altre parole

THE PENTAGON’S MAP OF AFGHANISTAN: AN ELDORADO OF MINERAL WEALTH AND NATURAL RESOURCES

THE PENTAGON’S MAP OF AFGHANISTAN: AN ELDORADO OF MINERAL WEALTH AND NATURAL RESOURCESCurious information surfaced in the media last month – based on space reconnaissance, the US Department of Defense put together a map of Afghanistan showing in detail the country’s mineral riches which, as it transpired, may be quite impressive.

Casa Pound, dal Cavaliere ad Alba Dorata

hanno legalizzato il neofascismo da diverso tempo mascherandolo con legge mancino e affini, di fatto siamo un’altra volta da capo perchè al contrario dei tedeschi noi il fascismo non lo abbiamo mai rimosso completamente dalla coscienza del Paese, forse per la benevolenza di togliatti ma con la sicura complicità di quelli che dopo hanno cambiato casacca

STORIE DIMENTICATE

Venerdì scorso i Fascisti del Terzo Millennio hanno ospitato nel loro quartier generale i neonazisti greci, un’evidente svolta a destra: l’intento è unire tutti i movimenti nazionalisti europei. Il guru di tale svolta pare l’evergreen Adinolfi il quale contro la crisi economica propone da tempo una “nuova alchimia movimentista peronista”.

di Guido Caldiron e Giacomo Russo Spena

View original post 1.617 altre parole

I Fuorilegge (Marco Travaglio).

Il Popolo o almeno una parte di esso ci è arrivato prima a questa conclusione, ora resta da vedere fino a che punto arriva la presunzione degli individui che popolano il parlamento

Triskel182

E'tutto incostituzionale

Volete prima la notizia buona o quella cattiva? Ma sì, dài, cominciamo con quella buona: nell’ottavo compleanno del Porcellum, voluto nel dicembre 2005 dall’Udc di Casini, scritto da Calderoli, approvato da tutto il centrodestra e poi conservato anche dal centrosinistra, la Corte costituzionale ha finalmente stabilito che quella legge non è soltanto una porcata: è anche incostituzionale in almeno due punti, il premio di maggioranza del 55% dei seggi alla Camera per la coalizione più votata (senz’alcun tetto) e le liste bloccate con i candidati nominati dai partiti. Ne discende che sono, se non giuridicamente, almeno moralmente incostituzionali tutti i parlamenti eletti con quel sistema: quello del 2006 (maggioranza Unione), quello del 2008 (maggioranza Pdl-Lega) e soprattutto quello attuale, uscito dalle elezioni del 24-25 febbraio.

View original post 483 altre parole