Che Stato che fa

Il simplicissimus

 Anna Lombroso per il Simplicissimus

Non credo che abbiamo fatto in tempo. Un esecutivo accentratore, autoritario, incaricato di rafforzare il primato proprietario e padronale l’ha già avuta vinta sul popolo e sulla democrazia prima del nostro No, anche grazie alla progressiva delegittimazione dello Stato, all’espropriazione della sovranità economica, allo smantellamento del suo sistema sociale, dall’assistenza ai servizi, dalla tutela del territorio e del patrimonio culturale all’istruzione, allo snaturamento delle relazioni economiche della contrattazione preliminare alla fine del lavoro da convertire in arcaica servitù, e dunque della consolatoria dottrina del progresso  da sostituire con l’egemonia dello sviluppo illimitato, della concorrenza e della libera iniziativa sregolata.

La guerra contro le democrazie ha cominciato a vincere da quel campo di battaglia, quando il progetto di costruzione dello Stato, processo infinito e in Italia mai davvero cominciato, è stato minato, e non solo per quanto riguarda il potere decisionale in materia economica sancito dalla…

View original post 771 altre parole

“The Raven”: Trump Edition

Once upon a midnight dreary, while I pondered, bright and cheery,In the penthouse of my tower on the fifty-seventh floor —While I sat there, Donald Trumping, suddenly there came a…

Sorgente: Learn Liberty | “The Raven”: Trump Edition

Ten survivors located in avalanche-hit Italian hotel 

Rescuers search for survivors after massive snow slide buries tourist hotel in Italy.

Sorgente: Ten survivors located in avalanche-hit Italian hotel | News | Al Jazeera

Il 21 gennaio è #StopCETA, l’Europa si mobilita

Stop TTIP Italia

copertina-ceta-21-gennaio

Si avvicina il voto cruciale al Parlamento Europeo sul CETA e la campagna Stop TTIP Italia torna a presidiare le piazze e il web insieme alle reti europee, chiedendo agli eurodeputati di respingere l’accordo UE-Canada

La Campagna Stop TTIP Italia rilancia la pressione sugli europarlamentari aderendo alla giornata di mobilitazione europea contro il CETA del 21 gennaio. Presidi di piazza avranno luogo in alcune delle principali città italiane come Torino, Milano e Firenze, mentre altre azioni di protesta correranno sul web e sui social network.

L’obiettivo è prendere di mira gli eurodeputati favorevoli all’accordo di libero scambio UE-Canada, che martedì 24 gennaio passerà al vaglio della Commissione Commercio del Parlamento Europeo, per poi approdare in plenaria per la ratifica il prossimo 15 febbraio.

«Grazie alla forte opposizione della società civile, il CETA dovrà passare anche per tutti i Parlamenti nazionali – dichiara Monica Di Sisto, portavoce di Stop TTIP…

View original post 251 altre parole

Rejecting ‘Nationality Swapping’ and ‘Imposter-Children’ in Refugee Politics

The New West

By Stephanie J. Silverman

Calais2015j.jpgA refugee at The Jungle refugee camp in Calais, France, October 2015.

This month saw France violently demolish the migrant settlement known as The Jungle. Situated on the shores of Calais, facing the Cliffs of Dover, the camp had become home to between 7,000 – 10,000 mostly African, Middle Eastern, and Southern Asian people, including men, women, families, and unaccompanied children. Despite its being physically wiped away, The Jungle remains a symbol of Europe’s failure to deal humanely with African and Middle Eastern asylum seekers.

View original post 1.000 altre parole